Il Lombardia 2020, a breve saranno resi noti i risultati sull’inchiesta della CADF sul video della caduta di Remco Evenepoel

Si chiuderà a breve la polemica sorta intorno a Remco Evenepoel. Dopo la caduta del belga al Lombardia, infatti, era circolato un video in cui si vedeva il ds Davide Bramati estrarre rapidamente qualcosa dalla tasca del corridore. La Deceuninck-QuickStep aveva subito spiegato che si trattava di una bottiglietta con prodotti nutrienti, ma l’UCI aveva deciso di volerci vedere chiaro chiedendo all’agenzia anti-doping di aprire un’indagine. L’inchiesta della CAFD si è però conclusa e, stando a quanto rivelato dal presidente dell’UCI David Lappartient, i risultati dovrebbero essere resi noti a breve.

“La Cadf ha indagato, ha ascoltato le persone, ma è indipendente, quindi io non ho gli elementi di conclusione – ha spiegato Lappartient in una videoconferenza con i media belgi – Dovrebbero però fornire le loro conclusioni rapidamente. L’inchiesta è finita e stanno completando il dossier. Al momento non ho altri elementi. Lo scopo dell’UCI è di garantire l’equità tra i corridori in gara. Se sono stati trasmetti dei dati, devono essere pubblici e conformi a quanto autorizzato dall’UCI (il riferimento è a chi credeva potesse esserci un computerino nella tasca del corridore – ndr). Non devono esserci differenze tra corridori di formazioni diverse, questo è il nostro sistema di vigilanza per quanto riguarda la trasmissione dei dati”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *