Analisi Percorso Strade Bianche 2021: sterrati e spettacolo sulla strada verso Siena

Anche per il 2021, gli organizzatori della Strade Bianche mantengono il percorso tradizionale. Dopo la particolare collocazione estiva del 2020, la classica del Nord più a Sud d’Europa ritorna alla data consueta per l’edizione numero 15 e, sabato 6 marzo, proporrà gli abituali sterrati, le arcigne asperità e i magnifici paesaggi intorno a Siena che, in breve tempo, hanno reso questa corsa una delle più amate dai corridori e dai tifosi. Se a causa del perdurare della pandemia di Covid-19 il pubblico non potrà purtroppo fare il tifo per i propri beniamini sul bordo della strada, non mancherà fortunatamente la partecipazione di atleti di alto livello grazie alle 19 squadre WorldTour e le 6 Professional al via, pronte a dar spettacolo a darsi battaglia tra la polvere o, in caso di pioggia, il fango.

Percorso Strade Bianche 2021

Il tracciato della corsa rimane praticamente identico a quello degli ultimi anni, con i corridori che dovranno percorrere 63 chilometri di strade bianche, suddivisi in 11 settori, su un totale di 184 chilometri. E proprio lo sterrato sarà, fin da subito, il vero protagonista della corsa, dato che già dopo 18 chilometri dalla partenza dalla Fortezza Medicea di Siena il plotone si troverà ad affrontare il primo tratto non asfaltato, quello di Vidritta. Lungo 2100 metri, diversamente da buona parte dei settori che verranno percorsi successivamente è tutto in leggera discesa e quasi tutto in rettilineo e, oltre ad essere un assaggio di ciò che attenderà i corridori nel corso della giornata, potrebbe offrire l’opportunità ai più coraggiosi di plasmare la fuga che caratterizzerà la gara. Terminato questo tratto e percorsi pochi chilometri, il gruppo incontrerà subito il secondo settore, quello di Bagnaia, che nei suoi 5800 metri di lunghezza presenta anche una salita con punte superiori al 10% di pendenza.

Dopo un altro breve segmento di asfalto, i corridori affronteranno in rapida successione i tratti sterrati numero 3 e 4, Radi e La Piana, rispettivamente di 4400 e 5500 metri, presenti sin dalla prima edizione della corsa (seppur con qualche modifica). Altimetricamente poco impegnativi, saranno utili soprattutto per mettere altra fatica nelle gambe dei corridori, e precederanno una ventina di chilometri di solo asfalto comprendenti la salita di Montalcino, lunga 4 chilometri e con una pendenza media del 5%. Superata questa ascesa e oltrepassata Torrenieri, ecco il quinto e il sesto settore, Lucignano d’Asso (11,9 km) e Pieve a Salti (8 km), che formerebbero un unico lungo tratto di strade bianche se non fossero inframezzati da un chilometro asfaltato. Entrambi piuttosto esigenti e nervosi a livello planimetrico, con parecchie curve e diversi saliscendi, permetteranno al plotone di superare la metà del percorso.

Usciti da questi impegnativi tratti, i corridori toccheranno nuovamente Buonconvento, già attraversato al termine del quarto settore, e si recheranno a nord per 13 chilometri fino a giungere a Monteroni d’Arbia, da dove inizierà il settimo segmento di sterrato, in mezzo alle Crete Senesi. Saranno quasi tutti in salita i 9,5 chilometri di San Martino in Grania, che si concluderà con una scalata a curvoni che immetterà di nuovo sull’asfalto e che darà inizio alla discesa verso Asciano. Comune che non verrà attraversato, dato che, poco prima di giungere al Ponte del Garbo, il gruppo svolterà a sinistra per prendere Monte Sante Marie, tratto di sterrato di 11,5 chilometri e punto chiave della corsa, dove chi avrà gambe ed energie avrà la possibilità di fare la differenza. Questo settore è infatti il più duro di giornata, per la maggior parte in salita, ma con un paio saliscendi e improvvisi strappi dalle pendenze elevate.

A questo punto mancheranno 40 chilometri al traguardo, una ventina dei quali, abbastanza mossi, precederanno gli ultimi tre tratti di sterrato: il primo è quello di Monteaperti, breve strappo di 800 metri che presenta pendenze in doppia cifra, seguito poi da quello di Colle Pinzuto, 2,4 chilometri ancor più arcigni, che toccano anche il 15% di pendenza. Infine Le Tolfe, 1100 metri inizialmente in discesa ma che rapidamente prendono a salire in maniera ripida, fino a raggiungere pendenze del 18%. Saranno questi i settori nei quali potrebbe avvenire la resa dei conti tra i più forti. Tuttavia, la corsa non finirà qui, dato che mancheranno ancora 12 chilometri al traguardo di Piazza del Campo e gli inseguitori potrebbero avere ancora la possibilità di rientrare sui corridori (o il corridore) in testa alla gara se il distacco dovesse essere contenuto.

L’ultimo segmento si svilupperà inizialmente all’esterno di Siena, su strade larghe e lunghi rettilinei che proporranno un paio di discese e leggere salite. Gli ultimi 2000 metri all’interno dell’abitato, invece, porteranno ad imboccare prima la via Esterna di Fontebranda, con pendenze fino al 9%, e successivamente, passati l’ultimo chilometro e la Porta di Fontebranda, il lastricato di via Santa Caterina, ultimo terribile strappo con pendenza media superiore al 10% e punta del 16% a poco più di 500 metri dall’arrivo. Se a questo tratto dovesse giungere un corridore solitario, questi dovrà essere bravo a gestire le energie residue per riuscire a raggiungere gli ultimi 300 metri in leggera discesa; se invece saranno due o più, questo sarà il punto nel quale sferrare l’accelerazione decisiva, che permetterà al più forte di affrontare in testa l’ultima curva, a 70 metri dal traguardo, che immette in Piazza del Campo.

Settori Strade Bianche 2021

# KM Settore Lunghezza
1. 17,6 Vidritta 2,1 km
2. 25,0 Bagnaia 5,8 km
3. 36,9 Radi 4,4 km
4. 47,6 La Piana 5,5 km
5. 75,8 Lucignano d’Asso 11,9 km
6. 88,7 Pieve a Salti 8 km
7. 111,7 San Martino in Grania 9,5 km
8. 130,0 Monte Sante Marie 11,5 km
9. 160,0 Monteaperti 0,8 km
10. 164,6 Colle Pinzuto 2,4 km
11. 171,0 Le Tolfe 1,1 km
TOTALE 63 km

Altimetria e Planimetria Strade Bianche 2021

Cronotabella Strade Bianche 2021

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.