© Sirotti

CicloMercato, la squadra di Davide Cassani al lavoro per il 2023: Colbrelli, Colleoni, Piccolo e Trentin tra i papabili

Sembra ormai tardi per il 2022, ma il progetto della squadra di Davide Cassani va avanti. Se nelle scorse settimane si sperava che il team potesse già vedere la luce il prossimo anno, partendo dalla categoria professional per poi cercare di approdare nel WorldTour nel 2023, appare ormai chiaro che bisognerà aspettare almeno dodici mesi prima di poter partire. Una sensazione che viene confermata anche da Beppe Conti, che durante l’ultima puntata di RadioCorsa ha voluto fare il punto della situazione attorno all’ex CT della nazionale, che starebbe coinvolgendo alcuni sponsor italiani per riportare il nostro paese ad avere una grande squadra a livello internazionale.

Coinvolto in questa pianificazione ci sarebbe anche Beppe Saronni, che a sua volta da qualche anno sta cercando di creare una squadra di alto livello italiana dopo che la sua Lampre è sfociata nella UAE Team Emirates, team dalla forte impronta italiana, ma la cui licenza ormai è emiratina. Capitano di questa nuova squadra, secondo quanto emerso nel corso della trasmissione Rai, potrebbe essere Matteo Trentin, il cui contratto scadrebbe proprio al termine della prossima stagione e con il quale Cassani ha chiaramente un grande rapporto di fiducia. Altra pedina importante potrebbe essere un altro che in maglia azzurra ha ottenuto grandi risultati, ovvero il fresco campione europeo Sonny Colbrelli, il cui contratto rinnovato da poco tuttavia scadrà nel 2023.

Oltre ai grandi nomi, il team chiaramente dovrà essere composto da tanti giovani che possano rilanciare un movimento azzurro non in crisi, ma che sempre più difficilmente fatica a far emergere giovani in grado di avere i propri spazi nei grandi appuntamenti. La nuova formazione permetterebbe invece proprio di dare maggiori opportunità a molti dei talenti italiani, senza che siano costretti ad andare all’estero. Tra questi ci sarebbero Kevin Colleoni e Andrea Piccolo, “sotto osservazione” nell’anno che verrà per poter poi approdare nella nuova squadra sin dal suo inizio, nel 2023, sempre nella seconda divisione. Primo step quasi obbligato per poi poter ambire alla prima categoria negli anni successivi dopo aver dimostrato la propria solidità economica e sportiva.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *