Team Sky, Brailsford nega di aver ricevuto offerte da Tinkov

Dave Brailsford nega di aver ricevuto offerte per l’acquisizione del Team Sky da parte di Oleg Tinkov. L’indiscrezione lanciata ieri dal quotidiano spagnolo AS, sulla scorta del disimpegno del colosso britannico dal ciclismo al termine della stagione, non ha trovato conferme. Nonostante sia alla ricerca di nuove sponsorizzazioni per proseguire la propria attività nella massima divisione, la formazione del general manager Brailsford non avrebbe ricevuto alcuna offerta (si era parlato di 20 milioni di dollari per una gestione che lo avrebbe portato ad essere il numero uno del team) dall’eccentrico magnate russo, la cui parabola nel ciclismo si è interrotta nel 2016 dopo le esperienze con Tinkoff Credit Systems nel biennio 2007-2008 e Saxo Bank dal 2012.

“Oleg è stato un grande rivale e poi è diventato un amico – ha chiosato sull’argomento Brailsford sulle colonne della Gazzetta dello Sport – così siamo rimasti in contatto. Mi manca nello sport, tuttavia non ho rifiutato una sua offerta”. Attualmente impegnato in Colombia in vista della corsa a tappe in programma da martedì 12 e che vedrà ai nastri di partenza anche Chris Froome ed Egan Bernal, l’attuale numero uno della squadra che ha dominato la scena nei GT negli ultimi sette anni ha pertanto smentito una notizia che avrebbe avuto decisamente del clamoroso.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.