© Jean-Claude Faucher

Mitchelton-Scott, Chaves rivede la luce: “Ma non ho ancora fatto programmi per il 2019”

Esteban Chaves è tornato ad attaccarsi un numero sulla schiena alla Volta a la Comunitat Valenciana 2019. Fermo dall’epilogo dello scorso Giro d’Italia a causa di una mononucleosi che lo ha debilitato durante la Corsa Rosa, dopo aver vinto nella prima settimana sull’Etna ed essersi presentato al primo giorno di riposo in seconda posizione in classifica generale, il portacolori della Mitchelton-Scott è rimasto lontano dalle gare per ben 255 giorni. Un calvario che ha messo a rischio anche il prosieguo della sua carriera, con un ritorno alle gare che sa di liberazione. Già fuori classifica dopo aver incassato un passivo di oltre tre minuti nella frazione di ieri con arrivo a Chera, vinta da Greg Van Avermaet (CCC Racing Team), lo scalatore colombiano ha tuttavia ammesso di non aver ancora stilato programmi certi per il suo 2019.

“Terminato il Giro d’Italia ero vuoto e senza forza nelle gambe. Effettuati tutti gli esami – racconta ad AS – mi sono sottoposto a un intervento chirurgico per correggere un problema di respirazione. Quando ho ripreso la bicicletta, mi mancavano completamente le forze. Non mi sono mai sentito tanto male e non è stato un periodo semplice. Adesso invece sono felice, ma posso dire che non esiste ancora alcun programma concreto per la mia stagione. Sarò alla Vuelta a Andalucia (20-24 febbraio), ma prima di stilare calendari dovrò vedere in che modo reagirà il mio fisico”.

 

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.