Strade Bianche 2020, Greg van Avermaet ha dato tutto il possibile: “Sentivo di non poter vincere”

© CCC Team

La seconda parte del 2020 si è aperta con un ottavo posto per Greg van Avermaet. Il 35enne campione belga della CCC ha resistito finché ha potuto insieme ai primi, cedendo soltanto a 30 chilometri dal traguardo poco prima delle Tolfe dopo un’accelerazione di Alberto Bettiol. Vista la situazione fisica e ambientale difficile di questa prima classica post-lockdown, il risultato dà morale in vista dei prossimi appuntamenti, confermando il feeling con questa corsa nella quale conta otto top ten su dieci partecipazioni, pur non avendola mai vinta. I migliori piazzamenti sono stati infatti i due secondi posti del 2015 e del 2017.

È stato davvero uno dei giorni più difficili della mia carriera in bicicletta. Mi piace ancora questa gara ma chiedetemelo domani – ha affermato scherzosamente dopo il traguardo – Come mi aspettavo, faceva molto caldo e la ghiaia era piuttosto complicata. Sono riuscito ad essere sempre davanti in una buona posizione in ogni settore e sono sentito proprio bene a lungo. Ma ho anche patito il caldo e il primo grande sforzo mi ha tolto qualcosa e ho perso“.

L’esperienza lo ha aiutato a seguire i migliori il più a lungo possibile: “Sentivo di non poter vincere. Sono felice di come è andata. Ero piuttosto stravolto dopo il traguardo, quindi so quanto ho dato. Per quanto mi riguarda, avevo un po’ paura di questo, del primo sforzo dell’anno“.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info