© UAE Team Emirates

Operazione Aderlass, la UAE valuta un’azione legale nei confronti di Kristijan Durasek

La UAE Team Emirates sta valutando di intraprendere un’azione legale nei confronti di Kristijan Durasek, dopo la sua squalifica per 4 anni dovuta al suo coinvolgimento nell’Operazione Aderlass. Il corridore sloveno, già sospeso dall’UCI e dal suo team nello scorso mese di maggio, è stato squalificato con il massimo della pena da parte della federazione internazionale che gli contesta violazioni del regolamento nel periodo dal 2016 al 2019, in base a quanto ricevuto dalle autorità austriache che si occupano del caso. Tra gli atleti coinvolti anche Borut Bozic e Kristian Korensqualificati per due stagioni, e Alessandro Petacchi, anche lui poi squalificato due anni.

La squadra emiratina ha emesso un comunicato nel quale afferma che: “La UAE Team Emirates è stata informata della squalifica di quattro anni comminata a Kristijan Đurasek per il suo coinvolgimento nell’operazione Aderlass. In conformità con la politica interna della squadra, il contratto del corridore è stato risolto con effetto immediato. Al momento, gli avvocati del team stanno esaminando le opzioni relative al risarcimento dei danni“.

 

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.