© UAE Team Emirates

Operazione Aderlass, l’UAE Team Emirates sospende con effetto immediato Kristijan Durasek

Kristijan Durasek è stato sospeso con effetto immediato dall’UAE Team Emirates a seguito del suo coinvolgimento nell’Operazione Aderlass. Attualmente impegnato nel Giro di California, dove ha concluso al 62° posto la tappa vinta nella notte italiana dal francese Rémi Cavagna (Deceuninck-Quick Step), il 31enne corridore croato non prenderà il via nella quarta frazione della corsa statunitense in programma quest’oggi da Laguna Seca a Morro Bay a seguito dell’apertura di un fascicolo a suo carico nell’inchiesta austriaca sul doping. La formazione emiratina, nata dalle ceneri della Lampre nelle cui fila Durasek milita dal 2013, ha infatti optato, come da prassi in vicende del genere, per una sospensione cautelare provvisoria in attesa di avere ulteriori riscontri.

Questo il comunicato diramato dal team: “Nella giornata di oggi la UAE Team Emirates è venuta a conoscenza dell’apertura di un fascicolo di investigazione da parte dell’UCI sul corridore croato Kristijan Durasek in merito a un suo coinvolgimento, negli anni passati, nell’affare austriaco Anderlass. Facendo seguito alla policy interna del team e all’indicazioni dell’Unione Ciclistica Internazionale, l’atleta viene sospeso con effetto immediato in attesa dello sviluppo delle indagini. Il team auspica che Durasek possa dimostrare la sua estraneità ai fatti. In caso contrario, verrà licenziato con effetto immediato”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.