© ASO / Pauline Ballet

[SONDAGGIO] Chi vincerà il Tour de France 2021?

Tutto pronto per il Tour de France 2021. Dopo lo slittamento della passata stagione, la Grande Boucle torna nella sua tradizionale collocazione (pur anticipata di una settimana in previsione dei Giochi di Tokyo) ad inizio estate. La corsa più importante al mondo si svolgerà dunque quest’anno dal 26 giugno al 18 luglio, con partenza in Bretagna e conclusione, come ormai da tradizione, a Parigi, con lo sfondo romantico degli Champs Elysées al tramonto. Tre settimane attesi di grande intensità, in cui sono pronti a sfidarsi per il successo finale gran parte dei grandi corridori per i GT.

L’uomo da battere appare chiaramente il campione uscente Tadej Pogacar, che i bookmaker danno logicamente come il favorito di questa edizione in cui si troverà scortato da una UAE Team Emirates che si è rafforzata attorno a lui. Lo sloveno è solido in salita e a cronometro ha dimostrato ottime qualità, sviluppando rapidamente una maturità che gli permette di cavarsela anche in situazioni difficili e di guardare con fiducia a questa edizione in cui non mancheranno insidie.

Primo sfidante è colui che lo scorso anno ha battuto quando ormai sembrava praticamente tutto scritto, quel Primoz Roglic che ha voluto stravolgere la propria preparazione proprio per non incappare più in problemi nel finale di corsa, come troppo spesso gli è accaduto, costandogli il risultato. Solido in salita e forse ancor di più a cronometro, arriva come capitano unico di una Jumbo-Visma forse meno scintillante rispetto a quanto ci si aspettasse, ma comunque con nomi importanti per supportarlo in salita, come Steven Kruijswijk, Sepp Kuss, Wout Van Aert e Jonas Vingegaard.

La squadra più attrezzata è tuttavia senza dubbio la Ineos Grenadiers, che si presenta con quattro possibili capitani, ovvero tre vincitori di un grande giro e del terzo classificato della passata edizione. Una corazzata che dovrà sapersi gestire nei momenti chiave, con sostanzialmente un gregario a testa designato, ma che potrebbe fare della superiorità numerica la sua arma migliore. Richard Carapaz appare quello che arriva meglio, ma anche Geraint Thomas e Richie Porte hanno risposto presente nelle corse a cui si sono presentati sinora, in crescendo verso la Grande Boucle. Meno brillante sinora Tao Geoghegan Hart, al quale sono per questo spesso toccati compiti di gregariato, ma le sue abilità in salita potranno essere preziose per il team, offrendo una ulteriore soluzione tattica.

Un quartetto è anche quello che presenta la Movistar, con tuttavia Miguel Angel Lopez ed Enric Mas a fare da capitani, con due splendidi luogotenenti come Marc Soler e Alejandro Valverde. Il murciano avrà sicuramente libertà di dedicarsi alle tappe, soprattutto nella prima settimana, mentre i due uomini designati per la generale cercheranno di farsi valere in salita sin dal primo fine settimana, cercando di dimostrare di poter coesistere nelle posizioni di vertice per migliorare i rispettivi quinto e sesto posto ottenuti lo scorso anno.

A posizioni di vertice punta chiaramente anche Wilco Kelderman (Bora-hansgrohe), quest’anno costantemente nelle posizioni di vertice, così come un ritrovato Rigoberto Uran (EF Education Nippo), uscito splendidamente dal Giro di Svizzera dopo una prima metà di 2021 costellata dai problemi. La mina vagante è invece rappresentata da un corridore come Julian Alaphilippe (Deceuninck-QuickStep), che ha voluto puntare tutto sulla Grande Boucle, rinunciando a Giochi molto adatti a lui. Il francese due anni fa stupì tutti restando a lungo in Maglia Gialla, fino a chiudere in quinta posizione. Su un tracciato molto adatto a lui, in cui avrà spesso occasione di provare anche a guadagnare abbuoni, riuscirà a migliorarsi?

La lunga lista dei pretendenti a piazzamenti di rilievo non è finita. Anche se nomi di spessore come Jakob Fuglsang (Astana-PremierTech), Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo) e Simon Yates (Team BikeExchange) sono chiaramente al via con le tappe nel mirino, a guardare anche alla classifica generale ci sono numerosi altri outsider, capitanati dal gioiellino di casa David Gaudu (Groupama-FDJ), alla prima grande chance da capitano al Tour, e Mike Woods (ISrael Start-Up Nation), che ha mostrato più volte di essere tra i migliori in salita quando è nella forma giusta. Potendo anche contare sull’esperienza di un Chris Froome che difficilmente potrà offrire più di quella, il canadese dovrà cercare di fare tesoro di ogni occasione, ma le cronometro sono il suo tasto dolente e i chilometri di sforzo solitario sono molti quest’anno. Un problema che si troverà ad affrontare anche Guillaume Martin (Cofidis), che dopo aver sfiorato la top10 nelle ultime due edizioni, emergendo come miglior francese lo scorso anno, punta quantomeno ad entrarci quest’anno.

Ad un bel risultato in classifica puntano anche gli emergenti Jack Haig (Bahrain-Victorious) e Lucas Hamilton (Team BikeExchange), nonché un uomo di grande esperienza ormai come Nairo Quintana (Arkéa-Samsic). I primi due dalla loro hanno risultati confortanti e crescenti in questa stagione, ma appaiono ancora acerbi; il secondo invece non sembra più riuscire a ritrovare il colpo di pedale degli anni migliori. Tra gli outsider, da aggiungere anche Ben O’Connor (Ag2r Citroen), Wout Poels (Bahrain-Victorious), Ion Izagirre (Astana-PremierTech) e Bauke Mollema (Trek-Segafredo), che possono giocarsela per un buon piazzamento.

I ciclisti più popolari su Zweeler Maglia Gialla Tour de France 2021

Per avere dei parametri su cui basare le vostre scelte per il fantaciclismo o per altri giochi, vi proponiamo uno schema con i corridori selezionati dalla maggior parte degli utenti iscritti a Zweeler per il Tour de France 2020. Chi tra i nostri favoriti ha goduto di una maggiore fiducia dagli appassionati? Da qualche outsider si attende un risultato a sorpresa? Tra i corridori che non abbiamo accreditato del ruolo dei favoriti, qualcuno ha invece suscitato l’interesse degli appassionati? Potete anche provare a sfidare le centinaia di partecipanti da tutto il mondo che partecipano al popolare gioco.

Per coloro che vogliono giocare, iscriversi al FantaTour de France (15+5) costa 10,00 € per squadra e comincerà con un montepremi minimo di 25.000,00 €. Il premio per il vincitore della classifica generale (376 premi previsti) sarà di 2.500,00 €.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.