Tour de France 2020, Greg Van Avermaet: “Mi chiedo perché Trentin abbia attaccato da solo, non me ne aveva parlato”

Greg Van Avermaet perplesso dalle scelte del compagno Matteo Trentin. I due corridori della CCC erano nel gruppetto di dodici uomini che si sono giocati la vittoria nella tappa di ieri, andata poi a Soren Kragh Andersen, ma stando alle parole del belga non avrebbero comunicato molto tra loro. Il campione olimpico, infatti, si è detto sorpreso dal tentativo di attacco dell’italiano, arrivato proprio pochi istanti prima dello scatto vincente del danese della Sunweb. La corsa si è conclusa così con un decimo posto per il vicecampione del mondo, anche innervosito dal comportamento dei rivali, e un quarto per un deluso Van Avermaet.

“La corsa si era messa perfettamente, ero nella fuga giusta e a quel punto speri di ottenere di più del quarto posto – ha spiegato alla tv belga – Mi chiedo perché Trentin abbia attaccato. Dopo il suo attacco tutti si sono fermati e Kragh Andersen ha risposto immediatamente e a quel punto si sa che è difficile. Non me ne ha parlato, non di andar via da solo, ha pensato che fosse il momento buono, ma dopo tutti erano contenti che fosse rimasto lì, si sa che è in lotta per la maglia verde. Poi ci ho provato da solo, ma recuperare trenta secondi è difficile, a quel punto sapevamo di correre per il secondo posto”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.