© CCC Team

Tour de France 2020, Matteo Trentin: “È stata una gara a far perdere gli altri piuttosto che a vincere, peccato”

Molto deluso Matteo Trentin al termine della diciannovesima tappa del Tour de France 2020. Il corridore della CCC, infatti, è rimasto nel gruppetto dagli uomini beffati da Soren Kragh Andersen, andato via a 15 chilometri dall’arrivo per non essere più ripreso, visto l’ampio gap accumulato a cui lo stesso danese non riusciva a credere. L’italiano aveva provato ad attaccare pochi istanti prima, ma è stato immediatamente ripreso. Il vicecampione del mondo è però deluso dal comportamento di alcuni uomini che erano in avanscoperta con lui, che hanno corso più per far perdere gli altri che non per cercare il successo.

Un peccato, è stata una gara a fare perdere gli altri piuttosto che a vincere – ha commentato amaro ai microfoni di Eurosport – Non è stato troppo divertente per me, preferivo giocarmi la tappa e perdere. È stato tutto in un attimo, dopo il traguardo volante ho provato a tirare dritto sapendo che in volata non avremmo avuto possibilità di vittoria, ho parlato con Peter e siamo andati. Poi in un secondo si è formato questo gruppetto, ci hanno lasciati andare, quelli di classifica pensavano alla cronometro di domani. Io ho attaccato per primo, Peter è venuto a chiudere, ho detto anche a Van Avermaet che erano tutti al gancio, ma poi Kragh Andersen ci ha messo di nuovo tutti nel sacco”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.