CRO Race 2022, Pierre Barbier esulta ma la vittoria è di Jonathan Milan al fotofinish – Terzo Elia Viviani

Finisce al fotofinish la seconda tappa della CRO Race 2022. Pierre Barbier ha esultato dopo aver tagliato il traguardo di Zadar, convinto di aver battuto nell’ordine i nostri Jonathan Milan (Bahrain Victorious) ed Elia Viviani (Ineos Grenadiers), ma in realtà il fotofinish ha attribuito la vittoria al friulano, che concede il bis dopo la vittoria della tappa di ieri. Per quanto riguarda gli italiani è da segnalare anche la presenza in top 10 di Attilio Viviani (Bingoal Pauwels Sauces WB) e Vincenzo Albanese (Eolo-Kometa), rispettivamente ottavo e nono. Non cambia ovviamente la testa della generale, con Milan che grazie al successo di oggi continua a guidare la classifica.

Come ieri, la fuga di giornata non tarda a formarsi, e anche oggi sono sette i corridori che la compongono: si tratta di Tobiasz Pawlak (HRE Mazowsze Serce Polski), Alex Jaime (Equipo Kern Pharma), Nik Cemezar (Adria Mobil), Ziga Horvat (Hrinkow Advarics Cycleang), Viktor Potocki (Ljubljana Gusto Santic), Antonio Barać (Meridiana Kamen Team) e Lukas Meiler (Team Vorarlberg). Sin da subito, però, il gruppo non lascia molto spazio a questi attaccanti, il cui vantaggio non riesce a toccare nemmeno i due minuti, stabilizzandosi a 1’35” a 125 chilometri dalla conclusione.

La strada da fare è però ancora tanta è così il vantaggio dei fuggitiva aumenta in maniera lenta, ma costante, fino a superare di poco i 3′ quando mancano 70 chilometri all’arrivo. Distacco che è però già sotto i due minuti quando Pawlak vince l’unico GPM di giornata a 63 chilometri dal traguardo. Il gruppo tiene sempre controllo la situazione, con la Bahrain Victorious che gestisce la situazione senza troppi affanni. Quando mancano poco meno di 25 chilometri al traguardo, davanti restano in cinque perdendo prima Jaime e poi Barac, mentre cambia la situazione in gruppo con anche la Eolo-Kometa e la Bardiani CSF Faizané che si portano in testa al plotone, che ha ormai un ritardo che supera di poco il minuto.

Sotto l’impulso delle squadre dei velocisti, i cinque battistrada vengono ripresi a otto chilometri dal traguardo. Due chilometri più avanti Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) perde le ruote del gruppo, in testa al quale comincia una girandola di colori, con tutte le squadre dei velocisti che vogliono prepararsi al meglio alla volata, con Jacopo Mosca (Trek-Segafredo) che vince lo sprint intermedio passando in testa al primo dei due passaggi sul traguardo. Le squadre dei velocisti si alternano continuamente al comando per preparare al meglio la volata, che viene lanciata da lontanissimo da Jonathan Milan (Bahrain Victorious), rimontato sul rettilineo finale da Pierre Barbier (B&B – Hotels), che esulta dopo il traguardo convinto di aver battuto il friulano con il colpo di reni. Il fotofinish però lo smentisce, con la vittoria che per questione di millimetri va al corridore della Bahrain, che ovviamente mantiene anche la leadership della corsa.

Immagine

Risultato Tappa 2 CRO Race 2022

Classifica Generale CRO Race 2022

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button