Giro d’Italia 2021, Presentazione Percorso e Favoriti Quattordicesima Tappa: Cittadella – Monte Zoncolan (205 km)

Arriva la prima tappa alpina al Giro d’Italia 2021. Dopo la frazione completamente pianeggiante di oggi, da domani si cambia registro, con le grandi montagne che saranno spesso protagonista. Nella fattispecie sarà il monte Zoncolan la portata principale del menù della frazione di domani, con le sue pendenza da capogiro che movimenteranno il finale di tappa, che potrebbe dare nuovi scossoni alla classifica generale. A indurire ulteriormente i 205 chilometri che porteranno da Cittadella alla Monte Zoncolan, ci saranno anche altri due gran premi della montagna, che serviranno principalmente per fare accumulare fatica nelle gambe dei corridori.

ORARIO DI PARTENZA: 11:30
ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 16:54-17:34
DIRETTA TV E STREAMING: 11:25-14:00 RaiSport/14:00-17:15 Rai2 / 11:25-17:30 Eurosport 1/11:20-17:35 Eurosport Player, Discovery+ / 11:00-18:00 GCN
HASHTAG UFFICIALE: #Giro

Percorso Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2021

La tappa sarà sostanzialmente divisa in due parti, con i primi 132 chilometri dopo la partenza da Cittadella che si presenteranno perlopiù pianeggianti. L’unica difficoltà in questo tratto sarà rappresentata dal breve GPM di quarta categoria di Castello di Caneva (3,4 km al 3,8%), posto dopo 77 chilometri dal via, mentre prima di giungere alle grandi salite il gruppo transiterà anche dal primo traguardo intermedio, situato a Meduno, a 85 chilometri dall’arrivo. Una dozzina di chilometri dopo inizierà dunque l’ascesa di Forcella di Monte Rest, salita di 10,5 chilometri al 5,9% caratterizzata da diversi tornanti, che proporrà pendenze leggere nei primi 2500 metri e più costanti nei successivi 8000, dove comunque si raggiungerà anche una punta massima del 12%.

Dopo lo scollinamento, i corridori si lanceranno in discesa, anch’essa caratterizzata da diversi tornanti, per poi affrontare il breve strappo di Forcella di Priuso, superato il quale si riprenderà a scendere in maniera leggera fino a Casanova, dove inizierà un falsopiano che porterà il plotone al secondo sprint intermedio di Arta Terme e, cinque chilometri dopo, a Sutrio. Qui inizierà la terribile salita finale del Monte Zoncolan (14,1 km all’8,5%), che sarà scalato dal versante meno duro, affrontato un’unica volta nel 2003; i primi 9500 metri, comunque, presenteranno una pendenza media dell’8,3% e saranno seguiti da un segmento di 1500 metri al 4,5%, dove i corridori avranno la possibilità di respirare. Gli ultimi 3,1 chilometri, tuttavia, proporranno pendenze costantemente in doppia cifra, in media del 13%, con punte in prossimità dell’arrivo che raggiungeranno addirittura il 27%.

Salite Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2021

NOME CAT QUOTA GPM INIZIO LUNGH DISL % MED % MAX
Castello di Caneva 4 179 76,9 73,5 3,4 130 3,8% 11%
Forcella di Monte Rest 2 1060 146,9 136,4 10,5 620 5,9% 12%
Monte Zoncolan 1 1730 205 190,9 14,1 1199 8,5% 27%

Favoriti Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2021

In questo Giro spesso la fuga è arrivata al traguardo e questo scenario non è da escludere nemmeno per la frazione di domani, dove però i big si daranno grande battaglia e gli attaccanti dovranno raggiungere un margine piuttosto consistente per non essere ripresi dagli attacchi dei big nel finale. In particolare Egan Bernal (Ineos Grenadiers) ha mostrato una condizione stratosferica e sicuramente vorrà sfruttarla per mettersi in bacheca un arrivo così prestigioso, ma soprattutto vorrà dare un ulteriore segnale ai rivali, distanziandoli ulteriormente in classifica.

Finora chi ha retto meglio le offensive del colombiano è Alexander Vlasov (Astana-PremierTech), che domani si troverà sul suo terreno preferito e potrà provare ad attaccare lo squadrone Ineos, che al momento pare inattaccabile. Indecifrabile invece è l’aggettivo che descrive meglio queste prime tredici tappe di Simon Yates (BikeExchange). Arrivato in Italia con i gradi di favoriti (anche per le incognite sulla condizione di Evenepoel e Bernal), si è staccato praticamente sempre sugli attacchi degli avversari, ma alla fine è riuscito a limitare bene i danni e dopo la tappa di Montalcino è risalito fino alla quinta posizione in classifica generale. Domani sarà il giorno della verità per capire se finora ha bluffato o se davvero non ne aveva. Se dovesse averne, ci attende un’ultima settimana scoppiettante.

Nella tappa di Montalcino, però, chi ha figurato meglio di tutti tra i big (escludendo ovviamente Bernal) è Emanuel Buchmann (Bora-Hansgrohe), che proverà a sfruttare la sua regolarità in salita per avvicinarsi ulteriormente al podio della generale. Il tedesco potrà contare anche sul supporto in salita di corridori come Felix Grossschartner e Matteo Fabbro, che restano nomi interessanti anche per un’eventuale fuga.

A Montalcino ha fatto un gran forcing la EF-Education di Hugh Carty, che potrà provare a ripetere un’impresa simile a quando ha conquistato l’Angliru all’ultima Vuelta. In caso di fughe da lontano invece sarà verosimilmente Ruben Guerreiro a provare a tenere alto il vessillo della compagine americana. Saranno invece sicuramente sempre insieme Joao Almeida e Remco Evenepoel (Deceuninck-QuickStep), con il portoghese che dovrà (che lo voglia o no) stare al fianco del compagno belga, per evitare un’altra debacle come quella di ieri. Il classe 2000 è uno che ha abituato a stupire e dunque se domani dovesse aver superato le fatiche dello sterrato diverrebbe un nome su cui puntare per il successo di tappa.

In ottica classifica generale si vedranno sicuramente anche i due italiani attualmente in top 10, vale a dire Giulio Ciccone (Trek-Segafredo) e Damiano Caruso (Bahrain Victorious), splendido terzo sinora con una corsa di grande solidità, coadiuvati rispettivamente da Vincenzo Nibali e Pello Bilbao. Nel caso della Trek, poi, in caso di fuga da lontano potrebbero risultare protagonisti anche Bauke Mollema e Gianluca Brambilla.

In casa Jumbo-Visma si cercherà di proteggere il capitano Tobias Foss, ma si potrebbe cercare anche il successo di tappa con Koen Bouwman e, soprattutto George Bennett, che non ha nascosto di volerci riprovare dopo il terzo posto parziale di ieri. Altri corridori che ormai hanno perso abbastanza terreno in classifica e potrebbero essere lasciati andare sono Dan Martin (Israel Start-Up Nation) e Davide Formolo (UAE Team Emirates), che avevano mostrato comunque una buona gamba in salita nella prima settimana.

Altri possibili protagonisti sono poi Harm Vanhoucke (Lotto Soudal) e Antonio Pedrero (Movistar), chiamati insieme ai propri compagni a dare un senso alla restante parte di Giro dei propri team dopo il ritiro dei capitani. Infine, altri papabili protagonisti, che sia fuga o lotta tra i big, sono Jai Hindley e Romain Bardet (DSM), Attila Valter (Groupama-FDJ), Daniel Martinez (Ineos Grenadiers), Geoffrey Bouchard (Ag2r Citroën), Thomas De Gendt (Lotto Soudal) , Dario Cataldo, Einer Rubio e Nelson Oliveira (Movistar) e Lorenzo Fortunato (Eolo-Kometa)

Borsino dei Favoriti Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2021

***** Egan Bernal
**** Alexander Vlasov, Simon Yates
*** Hugh Carthy, Emanuel Buchmann, Remco Evenepoel
** Dan Martin, Giulio Ciccone, Damiano Caruso, Davide Formolo
* Bauke Mollema, George Bennett, Gianluca Brambilla, Koen Bouwman, Harm Vanhoucke

I ciclisti più popolari su Zweeler Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2021

Per avere dei parametri su cui basare le vostre scelte per il fantaciclismo o per altri giochi, vi proponiamo uno schema con i corridori selezionati dalla maggior parte degli utenti iscritti a Zweeler per l’undicesima tappa del Giro d’Italia 2021. Chi tra i nostri favoriti ha goduto di una maggiore fiducia dagli appassionati? Da qualche outsider si attende un risultato a sorpresa? Tra i corridori che non abbiamo accreditato del ruolo dei favoriti, qualcuno ha invece suscitato l’interesse degli appassionati? Potete anche provare a sfidare le centinaia di partecipanti da tutto il mondo che partecipano al popolare gioco.

Partecipare costa 5,00 € per squadra e comincerà con un montepremi minimo di 600,00 €. Il premio per il vincitore sarà di 108,54 €.

Meteo Previsto Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2021

Temporali. Precipitazioni 99%. Umidità 91%. Vento fino a 10 km/h in direzione NO. Temperatura minima 9°C, massima 13°C.

Maggiori insidie Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2021

Basta guardare l’altimetria per capire che l’insidia principale sarà l’ascesa conclusiva con le sue pendenze che toccano il 27%. Bisognerà però arrivarci anche con le giuste energie, quindi bisognerà gestire bene le energie in tutta la seconda parte di giornata e in particolare sul secondo GPM, per evitare poi di farsi colpire da crisi che potrebbero portare distacchi importanti sull’ascesa finale. Come spesso accaduto in questo Giro d’Italia, poi, ci sarà anche la variabile meteo che inciderà sulla corsa, con la pioggia che dovrebbe tornare a bagnare i corridori.

Altimetria e Planimetria Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2021

Cronotabella Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2021

Giro d'Italia 2021 Tappa 14 Cronotabella
pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.