© LaPresse

Regolamento Giro d’Italia 2020: Abbuoni, Classifiche, Combattività, Punti, GPM, Tempo Massimo

Andiamo a scoprire il regolamento del Giro d’Italia 2020. Come di consueto, in questo articolo vi proponiamo gli aspetti più importanti delle regole fornite da RCS Sport per questo #Giro103, in particolare per quanto riguarda la definizione delle numerose classifiche (che vanno a formare il ricco montepremi in palio), siano esse a tempi o a punti. Vediamo dunque i dettagli in particolare per quanto riguarda Maglia Azzurra e Maglia Ciclamino (più scontate sono le regolamentazioni riguardo Maglia Rosa e Maglia Bianca), in questa pagina abbiamo inoltre estrapolato le informazioni riguardo Abbuoni, Tempo Massimo e altre classifiche minori, ma che possono spesso dare adito a battaglia tra i corridori.

Abbuoni Giro d’Italia 2020

Gli abbuoni di tempo indicati in quest’articolo sono validi ai soli fini della classifica generale individuale. Agli arrivi di ciascuna tappa in linea (le crono dunque non porteranno abbuoni), al primo arrivato sarà assegnato un abbuono di 10″, al secondo di 6″ e al terzo di 4″. Nei seguenti traguardi intermedi (il secondo di ogni tappa) al primo classificato sarà assegnato un abbuono di 3″, al secondo di 2″ e al terzo di 1″:

TAPPA TRAGUARDO VOLANTE KM
2 Porto Empedocle 136.9
3 Linguaglossa 130.9
4 Barcellona Pozzo di Gotto 114.0
5 Cosenza 187.5
6 Craco-Peschiera 135.1
7 Grottaglie 91.5
8 Vieste 185.5
10 Rivisondoli 194.0
11 Controguerra 144.0
12 Coriano 144.1
13 Savignano sul Rubicone 189.2
14 Galzignano Terme 155.2
15 Poffabro 135.9
16 Castello di Susans 180.6
17 Caderzone Terme 185.8
18 Isolaccia Valdidentro 196.4
19 Masio (Abbazia) 227.2
20 Briançon 166.0

Tempo Massimo Giro d’Italia 2020

Al fine di determinare il tempo massimo di percorrenza, le tappe sono state suddivise in cinque categorie, con riguardo alla diversa natura del percorso:
• categoria a: tappe senza particolari difficoltà
• categoria b: tappe di bassa difficoltà
• categoria c: tappe di media difficoltà
• categoria d: tappe di alta difficoltà
• categoria e: tappe a cronometro individuale

Conseguentemente il tempo massimo è stato così fissato:
• Categoria a: 
il tempo del vincitore è aumentato:
• del 7% se la media chilometrica è uguale o inferiore a 40 km/h
• del 8% se la media è compresa tra 40 e 45 km/h
• del 10% se la media è superiore ai 45 km/h
• Categoria b: 
il tempo del vincitore è aumentato:
• del 9% se la media chilometrica è uguale o inferiore a 37 km/h
• del 10% se la media è compresa tra 37 e 41 km/h
• del 11% se la media è superiore ai 41 km/h
• Categoria c:
il tempo del vincitore è aumentato:
• del 11% se la media chilometrica è uguale o inferiore a 35 km/h
• del 12% se la media è compresa tra 35 e 39 km/h
• del 13% se la media è oltre 39 km/h
• Categoria d:
il tempo del vincitore è aumentato:
• per tappe di lunghezza maggiore di 150 km:
• del 16% se la media chilometrica è uguale o inferiore a 30 km/h
• del 17% se la media è compresa tra 30 e 34 km/h
• del 18% se la media è oltre 34 km/h
• per tappe di lunghezza minore o uguale a 150 km:
• del 19% se la media chilometrica è uguale o inferiore a 30 km/h
• del 21% se la media è compresa tra 30 e 34 km/h
• del 22% se la media è oltre 34 km/h
• Categoria e:
il tempo del vincitore è aumentato del 30%

Secondo l’art.2.6.032 UCI il Collegio dei Commissari, sentito il parere del Direttore di Organizzazione, in considerazione di condizioni ritenute eccezionali, di comprovati infortuni o incidenti, può riammettere in gara Corridori giunti fuori tempo massimo aumentando lo stesso fino ad un massimo del 25% di quello stabilito dal presente articolo, previo l’azzeramento di tutti i punti  acquisiti in ogni classifica.
Il tempo massimo, calcolato sulla base del tempo del vincitore espresso al minuto secondo, deve essere calcolato al minuto primo superiore.
Pertanto, le tappe del 103° Giro d’Italia sono state così
classificate:
categoria a): 6a – 7a – 11a – 19a
categoria b): 4a – 13a
categoria c): 2a – 5a – 8a – 10a – 12a
categoria d): 3a – 9a – 15a – 16a – 17a – 18a – 20a
categoria e): 1a – 14a – 21a

Classifiche Giro d’Italia 2020

Le graduatorie dei concorrenti e delle squadre sono determinate da due tipi di classifiche: a tempi e a punti.

Classifiche a tempi

La classifica generale individuale è ottenuta per somma dei tempi attribuiti a ogni concorrente, calcolati gli abbuoni e le eventuali penalizzazioni (art. 2.6.014). In caso di parità di tempo nella classifica generale, la prima discriminante è data dai centesimi registrati nelle tappe a cronometro individuali, la seconda è data dalla minor somma dei piazzamenti ottenuti in ciascuna tappa e in ultima analisi dal miglior piazzamento nell’ultima tappa disputata (art. 2.6.015).

Ai Corridori nati dal il 1° gennaio 1995 sarà riservata la classifica individuale a tempi Giovani.

La classifica a squadre si effettua per somma dei tre migliori tempi registrati dai Corridori di ciascuna squadra. In caso di parità di tempo, per la discriminante si farà riferimento alla minor somma dei piazzamenti dei primi tre migliori tempi registrati dai Corridori di ciascuna squadra all’arrivo di tappa. In caso di ulteriore parità, le squadre sono discriminate dalla posizione del loro miglior Corridore nella classifica di tappa. La classifica generale finale è stabilita dalla somma dei tempi registrati nella classifica giornaliera da ciascuna squadra. In caso di parità, per la discriminante si fa riferimento al numero delle prime piazze nelle classifiche a squadre di giornata. In caso di ulteriore parità il numero delle seconde piazze nelle classifiche a squadre di giornata e così di seguito. In caso di ulteriore parità la discriminate è data dal piazzamento del loro miglior Corridore nella classifica generale individuale (art. 2.6.016). Tutte le squadre rimaste in gara con meno di tre Corridori saranno escluse dalla classifica generale a squadre.

Classifiche a punti

Le classifiche a punti sono compilate sommando i punti assegnati nei rispettivi traguardi.
Per la classifica generale finale Individuale a Punti, in caso di parità, per la discriminante si fa riferimento al numero di vittorie di tappa. In caso di ulteriore parità si terrà conto del numero delle vittorie ottenute nei traguardi volanti. Nell’eventualità di ulteriore parità si terrà conto della classifica individuale generale a tempi (art. 2.6.017).

Per la classifica generale finale del Gran Premio della Montagna, in caso di parità, per la discriminante si fa riferimento all’eventuale primo posto sulla Cima Coppi, e in secondo luogo al numero dei primi posti ottenuti nei GPM di prima categoria. In caso di ulteriore parità si terrà conto delle vittorie ottenute nei GPM di seconda categoria e così di seguito. Nell’eventualità di ulteriore parità si terrà conto della classifica individuale generale a tempi. Nelle classifiche finali verranno classificati solo i concorrenti che avranno portato a termine la corsa.

Classifica a Punti – “Maglia Ciclamino” – Segafredo Zanetti

a) all’arrivo di ogni tappa in base all’ordine d’arrivo e secondo la categoria della tappa, saranno assegnati rispettivamente i punti:
categoria a e b: (primi 15 classificati) 50, 35, 25, 18, 14, 12, 10, 8, 7, 6, 5, 4, 3, 2, 1
categoria c: (primi 10 classificati) 25, 18, 12, 8, 6, 5, 4, 3, 2, 1
categoria d e e: (primi 10 classificati) 15, 12, 9, 7, 6, 5, 4, 3, 2, 1
b) per ogni traguardo volante (il primo di ogni tappa) in base all’ordine di passaggio e secondo la categoria della tappa, saranno assegnati rispettivamente i punti (primi 8 classificati): 12, 8, 6, 5, 4, 3, 2, 1

TAPPA TRAGUARDO VOLANTE KM
2 Partanna 46.1
3 Zafferana Etnea 107.4
4 Francavilla di Sicilia 55.8
5 Catanzaro Lido 80.2
6 San Severino Lucano 62.1
7 Taranto 66.2
8 Manfredonia 90.3
9 Guardiagrele 75.6
10 Giulianova 110.1
11 Pesaro 105.9
12 Novafeltria 130.4
13 Rovigo 118.5
15 Villa Santina 81.3
16 Cividale del Friuli 87.8
17 Ponte Arche 154.0
18 Prato allo Stelvio 144.5
19 Vigevano 145.5
20 Brossasco 58.0

In caso di arrivo a pari merito il previsto punteggio verrà sommato e quindi diviso tra i Corridori aventi diritto; gli eventuali decimali saranno arrotondati alla cifra intera superiore.
Al termine di ogni tappa verrà compilata una classifica che terrà conto della somma dei punti conquistati all’arrivo della tappa e nei traguardi volanti.

Gran Premio della Montagna “Maglia Azzurra” – Banca Mediolanum

Per la classifica di “miglior scalatore” saranno assegnati ai Corridori, secondo l’ordine di passaggio al termine delle salite, punteggi differenziati che, tenendo conto delle specifiche difficoltà, sono state suddivise in cinque categorie:

COPPI CAT 2ª CAT 3ª CAT 4ª CAT
50 40 18 9 3
30 18 8 4 2
20 12 6 2 1
14 9 4 1
10 6 2
6 4 1
4 2
2 1
1

CIMA COPPI
Passo dello Stelvio (18)

GPM DI 1ª CATEGORIA (13)
Etna (Piano Provenzana) (3), Valico di Montescuro (5), Passo Lanciano, Roccaraso (Aremogna) (9), Piancavallo (15), Forcella Valbona, Monte Bondone, Madonna di Campiglio (17), Hofmahdjoch/Passo Castrin, Torri di Fraele (18), Colle dell’Agnello, Col d’Izoard, Sestriere (20)

GPM DI 2ª CATEGORIA (9)
Monte Sant’Angelo (8), Passo San Leonardo, Bosco di Sant’Antonio (9), Sella Chianzutan, Forcella di Monte Rest, Forcella di Pala Barzana (15), Madonnina del Domm (16), Campo Carlo Magno (18), Montgenèvre (20)

GPM DI 3ª CATEGORIA (14)
Portella Mandrazzi (4), Catanzaro, Tiriolo (5), Millotta (6), Colonnella (10), Barbotto, Perticara, Madonna di Pugliano (12), Monte Spig, Monteaperta, Monte di Ragogna (x3) (16), Passo Durone (17)

GPM DI 4ª CATEGORIA (13)
Monreale-Cattedrale (1), Santa Ninfa, Agrigento (2), La Guardiola (8), Chieti, Tortoreto (x2) (10), Monte San Bartolo (11), Ciola, San Giovanni in Galilea (12), Roccolo, Calaone (13), Muro di Ca’ del Poggio (14)

Al termine di ogni tappa verrà compilata una classifica che terrà conto della somma dei punti conquistati in ogni GPM. Il punteggio conseguito da ciascun corridore sarà sommato di giorno in giorno determinando una classifica generale. Il corridore primo classificato avrà il diritto dovere di indossare una “Maglia Azzurra” fornita dalla Direzione del Giro.

Premio della Combattività – Continental

Il Corridore che s’impegna per conseguire risultati in tutti i momenti agonistici della corsa è considerato “Super Combattivo”. Pertanto saranno assegnati punti nei piazzamenti dei seguenti traguardi:

Arrivo PUNTI 6 5 4 3 2 1
TV PUNTI 5 4 3 2 1
GPM (CC e 1ª) PUNTI 4 3 2 1
GPM 2ª PUNTI 3 2 1
GPM 3ª PUNTI 2 1
GPM 4ª PUNTI 1

Ogni giorno la somma dei punti conseguiti da ciascun Corridore determinerà una classifica e colui che realizzerà il miglior punteggio sarà dichiarato “COMBATTIVO DI TAPPA”. Al termine del Giro il Corridore che avrà totalizzato il maggior punteggio sarà dichiarato “SUPER COMBATTIVO”.

Traguardi Volanti

È istituita una speciale classifica dei Traguardi Volanti con due traguardi intermedi in ogni tappa a eccezione delle cronometro individuali. A ogni traguardo verranno assegnati punti dal 1° al 5° classificato rispettivamente: 10, 6, 3, 2, 1. Al termine di ogni tappa verrà compilata una classifica che terrà conto della somma dei punti conquistati in ogni Traguardo Volante. La classifica generale è fatta per somma di punti assegnati a ciascun concorrente.

Detti traguardi sono fissati nelle seguenti località:

TAPPA TV1 KM TV2 KM
2 Partanna 46.1 Porto Empedocle 136.9
3 Zafferana Etnea 107.4 Linguaglossa 130.9
4 Francavilla di Sicilia 55.8 Barcellona Pozzo di Gotto 114.0
5 Catanzaro Lido 80.2 Cosenza 187.5
6 San Severino Lucano 62.1 Craco-Peschiera 135.1
7 Taranto 66.2 Grottaglie 91.5
8 Manfredonia 90.3 Vieste 185.5
9 Guardiagrele 75.6 Rivisondoli 194.0
10 Giulianova 110.1 Controguerra 144.0
11 Pesaro 105.9 Coriano 144.1
12 Novafeltria 130.4 Savignano sul Rubicone 189.2
13 Rovigo 118.5 Galzignano Terme 155.2
15 Villa Santina 81.3 Poffabro 135.9
16 Cividale del Friuli 87.8 Castello di Susans 180.6
17 Ponte Arche 154.0 Caderzone Terme 185.8
18 Prato allo Stelvio 144.5 Isolaccia Valdidentro 196.4
19 Vigevano 145.5 Masio (Abbazia) 227.2
20 Brossasco 58.0 Briançon 166.0

Premio Fair Play – Polizia Stradale

La Direzione del Giro, ispirandosi al principio della reciproca correttezza nello svolgimento delle manifestazioni sportive, incoraggiato e propagandato dal Panathlon International, ha voluto mettere in evidenza il comportamento dei partecipanti alla corsa, premiando la squadra che per mezzo dei propri componenti dimostrerà di essere stata la più rispettosa dei regolamenti.
Pertanto, le infrazioni previste dai regolamenti di disciplina sono state raggruppate in sette categorie, alle quali sono state attribuite delle penalità.
Le infrazioni sono state così individuate, assieme ai relativi punteggi, assegnati ogni giorno al Gruppo sportivo:

AMMONIZIONE punti 0,5
AMMENDE punti 1 per ogni CHF 20
PENALIZZAZIONE A TEMPO punti 2 per ogni secondo
DECLASSAMENTO (CORRIDORE) punti 100
DECLASSAMENTO (AMMIRAGLIA) punti 100
ESPULSIONE DALLA CORSA
O ESCLUSIIONE DALL’ORDINE D’ARRIVO
punti 1000
POSITIVITÀ AL CONTROLLO ANTI-DOPING punti 2000

 

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.