Giro d’Italia 2018, Conti: “Soddisfatto del mio attacco, ho avuto la conferma che le mie gambe stanno bene”

Valerio Conti ha provato ad animare ieri la quarta tappa del Giro d’Italia 2018. Il corridore romano ha seguito l’allungo di Edoardo Zardini (Wilier – Selle Italia) nel finale per poi staccare il corridore veneto tentando l’impresa in solitaria. Il portacolori della UAE Team Emirates è arrivato a guadagnare fino a 26 secondi, portandosi così virtualmente a soli quattro secondi dal sogno di indossare la maglia rosa, ma il gruppo a quel punto ha reagito, con la Lotto FixAll che si è portata in testa a fare l’andatura, annullando la sua azione a soli 3000 metri dal traguardo di Caltagirone.

Nonostante l’azione non sia andata a buon fine, il bilancio del ciclista laziale a fine giornata è comunque molto positivo: “Sono soddisfatto del mio attacco ai meno 10km, ho avuto conferma che le mie gambe stanno bene. Avevo il compito di stare attento a eventuali azioni in quel frangente di gara, ci ho provato con convinzione, ma sfortunatamente c’era vento a sfavore e il gruppo ha reagito con forza. Continueremo a dare il massimo e dare emozioni ai nostri fan, lottando e supportando Aru per il resto del Giro”.

Considerato tra i più preziosi elementi in supporto di Fabio Aru, Conti ha da subito dimostrato buona freschezza in questa edizione della Corsa Rosa, nella quale avrà presumibilmente ancora buone possibilità di giocarsi le sue carte viste le sue caratteristiche. Già oggi potrebbe per lui essere di nuovo una buona giornata, anche se bisognerà vedere se la carta Diego Ulissi oggi non sarà più preponderante in squadra viste le buone possibilità del toscano in uno sprint ridotto.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button