© A.S.O./Kåre Dehlie Thorstad

Vital Concept, Coquard: “Ho l’impressione di aver perso le mie qualità”

Bryan Coquard sembra essersi infilato in vicolo cieco dal quale è difficile uscirne. Considerato uno dei migliori prospetti del ciclismo francese fin dal suo passaggio tra i professionisti, l’atleta della Vital Concept non è mai realmente riuscito a fare quel salto di qualità atteso da tutti. Pur vincendo molto, visto che sono 36 le vittorie coi professionisti, al 26enne di Saint-Nazaire è sempre mancato il sigillo di successo, non riuscendo mai ad alzare le braccia al cielo in una corsa WorldTour.

Nel 2018 sono arrivati solamente tre successi per l’ex corridore dell’Europcar, ed è un po’ poco visto l’investimento fatto dalla sua attuale squadra per averlo tra le proprie fila. “Mi sarebbe piaciuto vincere un po’ di più – spiega Coquard a Ouest-France – Tre vittorie, sette secondi posti e una quindicina di podi totali. Si può dire che non ci sono andato lontano, ma non ho vinto abbastanza. Mi sembra di essere regredito, ho perso il mio colpo d’occhio, lo scatto, l’esplosività che in passato mi hanno fatto vincere le gare“.

Il prossimo anno si uniranno a lui in squadra corridori d’esperienza come Pierre Rolland e Arthur Vichot, che sicuramente gli daranno una mano a dividere il peso delle aspettative. “Sono stato sotto pressione. Quando si parlava della Vital Concept si parlava della squadra di Coquard – prosegue il transalpino – L’anno prossimo sarò più sereno, avremo più carte da giocarci“.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *