© Davey Wilson

Hagens Berman Axeon, Axel Merckx annuncia il ritorno tra le continental nel 2020

Sarà durata solo due anni l’esperienza della Hagens Berman-Axeon a livello Professional. Passata in seconda divisione nel 2018, la squadra di Axel Merckx  ha deciso di tornare in terza divisione a partire dalla prossima stagione. L’annuncio è arrivato da parte dello stesso team manager della formazione statunitense, che ha motivato la decisione spiegando come le novità di regolamento, specialmente nell’aumento di corridori a un minimo di venti, creano problemi per una squadra come la sua, sostanzialmente piccola e votata alla crescita dei giovani.

Abbiamo analizzato la situazione per il futuro, non abbiamo nessun interesse a rimanere in questa categoria“, ha dunque spiegato a DirectVelo al termine di una lunga riflessione dovuta soprattutto all’impossibilità futura di partecipare al Giro di California, che invece era stato il motivo della richiesta per fare il salto nella seconda categoria. La formazione del figlio del Cannibale tornerà dunque a concentrarsi esclusivamente sui suoi giovani (evitando così anche problemi di compatibilità in futuro visto che una corsa come il Giro U23 quest’anno impediva la presenza a corridori che hanno partecipato ad eventi WorldTour).

In questa squadra sono cresciuti in questi anni numerosi corridori che ora corrono nel WorldTour come Eddie Dunbar, Chris Lawless, Jonathan Narvaez (Team INEOS), Logan Owen, Sean Bennett (EF Education First), Jasper Philipsen, Rui e Ivo Oliveira (UAE Team Emirates) o Neilson Powless (Jumbo-Visma). I due talenti più attesi attualmente in rosa sono il giovanissimo Kevin Vermaerke e il campione del mondo a crono U23 Mikkel Bjerg, vincitori rispettivamente quest’anno della Liegi-Bastogne-Liegi U23  e di una corsa impegnativa come Le Triptyque des Monts et Châteaux.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.