© Sirotti

Strade Bianche 2021, una Ineos con più soluzioni e suggestioni tra Bernal, Kwiatkowski e Pidcock

La Ineos Grenadiers annuncia il suo squadrone per la Strade Bianche 2021. Orfana di Gianni Moscon che ieri non ha preso il via del Trofeo Laigueglia per i postumi della caduta rimediata alla Kuurne – Bruxelles – Kuurne, la formazione britannica propone comunque una selezione di altissimo spessore, con più di un corridore che può ambire al successo. Si parte ovviamente dal due volte vincitore Michal Kwiatkowski, che ha già più volte mostrato il suo feeling con le creste senesi, per arrivare al gioiellino Tom Pidcock, reduce da uno splendido esordio tra i professionisti con le ottime prestazioni nel fine settimana in Belgio. Molto interessante sarà anche vedere cosa potrà fare Egan Bernal, la cui partecipazione è mirata innanzitutto a studiare il tracciato in vista del passaggio su queste strade del Giro d’Italia, ma che dopo l’ottima performance ieri nella corsa ligure potrebbe comunque giocare un ruolo interessante nei tratti più duri del tracciato.

A completare la selezione sabato 6 marzo saranno uomini come Leonardo Basso, Owain Doull e Salvatore Puccio, gregari pronti a dare il loro contributo alla causa dei capitani, nonché un altro elemento che sarà innanzitutto per studiare il terreno, ovvero Pavel Sivakov. Il russo sarà l’ultimo uomo e prima alternativa di Bernal in montagna, ma è un corridore molto completo e potrebbe a sua volta domani avere qualche carta da giocarsi, a seconda dello scenario tattico che emergerà nel corso di una prova spesso molto combattuta e aperta.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.