Freccia Vallone 2024, Tom Pidcock al via da favorito: “Il Muro mi si addice, ma ci sono tanti corridori che possono andare molto forte su quello strappo”

Tom Pidcock parte come uno dei grandi favoriti della Freccia Vallone 2024. L’inglese arriva all’appuntamento belga dopo aver vinto, giusto qualche giorno fa, la Amstel Gold Race 2024 e potrebbe anche sfruttare l’assenza di alcuni dei corridori più importanti dell’attuale panorama mondiale. Il portacolori della Ineos Grenadiers sarà per la quarta volta in carriera in gara nella classica del Mur de Huy. Nelle uscite precedenti Pidcock ha raccolto un sesto, un 18esimo posto e un ritiro: questa volta, però, lo scenario generale sembra essere molto propizio per il 24enne di Leeds.

“Mi sento bene e penso di aver recuperato del tutto dagli sforzi della Amstel – le parole di Pidcock ai nostri microfoni prima del via da Charleroi – Ci siamo presi due giorni tranquilli e ora sono pronto per fare un altro po’ di esercizio, oggi. Il Muro di Huy? Non l’ho mai affrontato a pieno, l’anno scorso ero qui ma ero molto più indietro in quanto a forma, dato che non avevo recuperato dalla Amstel precedente. Quest’anno sono in una condizione decisamente diversa“.

Che gara si aspetta Pidcock? “È una corsa insidiosa, molto tattica – le considerazioni dell’inglese – Ci sono diversi corridori che possono andare molto forte sul Mur de Huy. Vedremo. Di certo quel chilometro finale mi si addice molto, ma, come ho detto, in carriera non l’ho ancora affrontato al meglio e dovrò vedere cosa succede. L’ho fatto tre volte, non ci ho mai vinto e non ci sono mai neanche andato vicino, finora“.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio