Soudal-QuickStep, il WolfPack sta per sparire? I corridori sarebbero già liberi di cercarsi un’altra squadra

Sono ore decisive per la fusione fra Jumbo-Visma e Soudal-QuickStep. La maxi-operazione di Ciclomercato, fra due delle squadre più importanti al mondo, sarebbe in dirittura d’arrivo e si attendono da un momento all’altro comunicazioni ufficiali. Ora dopo ora, e indiscrezione dopo indiscrezione, si aggiungono dettagli allo scenario che si va dipingendo. E se le ultime voci avevano fatto pensare che ci si trovi di fronte, più che a una fusione, a un “assorbimento” da parte della squadra neerlandese nei confronti di quella belga, arrivano altri spifferi che confermano questa possibilità.

Secondo quanto riporta Marca, infatti, tutti i corridori che sono attualmente sotto contratto con la Soudal-QuickStep sono già liberi di cercare un’altra sistemazione per la prossima stagione. La comunicazione sarebbe arrivata agli atleti nella giornata di domenica 1 ottobre, precedendo quindi di qualche ora le preannunciate dichiarazioni di Patrick Lefevere, direttore generale della formazione belga.

Questo sarebbe possibile laddove si completasse appunto la “incorporazione” da parte della Jumbo-Visma nei confronti della realtà sportiva di proprietà di Zdenek Balaka e diretta appunto da Lefevere. Al momento, anche dopo i rinnovi e gli annunci già completati nelle scorse settimane da parte della Soudal-QuickStep, in organico ci sarebbero (fra parentesi l’anno di scadenza del contratto in essere) Julian Alaphilippe (24), Kasper Asgreen (24), Ayco Bastiaens (25), Mattia Cattaneo (25), Josef Černý (25), Remco Evenepoel (26), Gil Gelders (25), Jan Hirt (24), Antoine Huby (25), Yves Lampaert (25), Luke Lamperti (25), Mikel Landa (25), William Junior Lecerf (26), Fausto Masnada (24), Tim Merlier (25), Casper Pedersen (24), Pieter Serry (25), Martin Svrček (24), Warre Vangheluwe (25), Mauri Vansevenant (26),  Ilan Van Wilder (25), Louis Vervaeke (25) e Jordi Warlop (25).

Tanti giovani, quindi, ma anche diversi corridori già affermati sulla scena mondiale, come il due volte iridato Julian Alaphilippe (per il quale da tempo si mormora di un possibile abboccamento da parte della TotalEnergies), Tim Merlier, Kasper Asgreen, Yves Lampaert e, soprattutto, Remco Evenepoel, per il quale, a questo punto, la possibilità Ineos Grenadiers prendre sempre più corpo. Da non dimenticare, inoltre, la presenza di quel Mikel Landa che aveva appena deciso di unirsi al progetto Soudal-QuickStep lasciando la Bahrain Victorious.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio