© Sirotti

Mitchelton-Scott, Hayman resterà in squadra dopo il ritiro dalle corse

Mathew Hayman continuerà a far parte della Mitchelton-Scott anche dopo il ritiro dall’attività agonistica. Ormai agli sgoccioli di una carriera nobilitata dal trionfo a sorpresa nella Parigi-Roubaix 2016, il 40enne australiano appenderà definitivamente la bicicletta al chiodo al termine del Tour Down Under in programma a fine gennaio. Il suo non sarà però un addio al team, che nelle scorse ore ha annunciato per lui un nuovo ruolo. L’ex Syk si occuperà infatti dei “Progetti speciali” e sarà di supporto svolgendo funzioni di mentoring, consulenza tecnica, sponsorizzazioni e marketing. Una scelta presa di comune accordo e che ha incontrato il gradimento del diretto interessato, che ammette di aver pensato di chiudere in via definitiva con lo sport al termine della sua parabola da atleta.

“Poi però ho pensato a chi sono stato e che sarebbe stato bello mettere a disposizione i miei trascorsi per aiutare qualcuno. Sarà una fase che mi aiuterà a gestire il mio passaggio da atleta a uomo normale, provando ad aiutare le carriere di qualche giovane corridore. Sono grato al team per l’opportunità che mi sta concedendo. Non è una cosa per tutti e mi piace molto l’idea. Magari rivestirò anche il ruolo di DS in qualche gara, mentre mi occupo di curare il rapporto con gli sponsor. Il grande vantaggio è che farò tutto da ‘fresco’, mentre se avessi iniziato tra cinque o dieci anni sarei stato fuori dallo sport. Così, invece, avrò ancora il mio bagaglio di esperienza e conoscenze, potrò sfruttare trascorsi che sono ancora molto recenti”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.