Analisi Percorso Parigi-Roubaix 2021: 55 km di pavé divisi in 30 settori per l’inedita Inferno del Nord autunnale

Insolita collocazione autunnale per la Parigi-Roubaix 2021. Dopo la cancellazione del 2020 e il rinvio di questa primavera a causa della pandemia di Covid-19, finalmente la Regina delle Classiche tornerà a svolgersi domenica 3 ottobre, in una cornice di fine stagione decisamente inusuale ma non per questo meno affascinante. Un grosso punto interrogativo riguarderà infatti le condizioni meteo, che potrebbero condizionare ulteriormente la difficoltà del tracciato. Pochi cambiamenti rispetto all’ultima edizione, quella del 2019 che si concluse con la vittoria di Philippe Gilbert davanti a Nils Politt e Yves Lampaert. Il percorso misurerà 257,7 chilometri, di cui 55 chilometri di pavé divisi in con 30 settori (uno in più rispetto alla scorsa edizione).

Dunque nessuna grossa novità nello storico tracciato, che prenderà il via da Compiègne e si concluderà come sempre nel Velodromo di Roubaix. Le squadre al via saranno 25, con tutti gli specialisti del Nord pronti a combattere per una delle corse in assoluto più prestigiose del panorama internazionale (clicca qui per l’elenco dei partecipanti). Presenti gli ultimi tre vincitori (oltre a Gilbert, Peter Sagan e Greg Van Avermaet), mentre un ulteriore motivo di interesse sarà certamente rappresentato dalla sfida infinita tra Wout Van Aert e Mathieu Van der Poel.

Percorso Parigi – Roubaix 2021

Come di consueto l’Inferno del Nord si accenderà gradatamente, con una prima parte piuttosto semplice che si snoderà per 96 chilometri dalla partenza fino al primo settore di pavé. La prima difficoltà che i corridori affronteranno sarà infatti il settore di Troisville, che, a differenza dell’anno scorso, verrà percorso interamente per i tutti i suoi 2200 metri. Quindi verranno affrontati cinque settori seguendo il percorso del 2019, a partire da Biastre-Viesly (3000 metri, quattro stelle), passando per Quiévy-Saint Pyton (uno dei più lunghi, 3700 metri, quattro stelle) fino ad arrivare a Vertain-Sain Martin sur Ecaillon (2300 metri, tre stelle), che verrà percorso in senso inverso rispetto alle ultime occasioni e dunque scalato. A questo punto la differenza più sostanziale rispetto all’ultima volta: torna infatti il settore di Hameau du Buat, che era stato inserito nel 2005, ma in seguito eliminato dal tracciato a partire dal 2016.

Da qui in poi mancheranno ancora circa 130 chilometri all’arrivo, ma di certo la tensione in gruppo comincerà a salire visto che ci si avvicinerà a uno dei punti chiave di tutta la corsa. Soltanto quattro settori (di cui uno solo con quattro stelle, l’Haveluy-Wallers), separeranno infatti i corridori dal settore numero 12, la celebre Trouée d’Arenberg: 2300 metri durissimi, che in caso di problemi meccanici o cadute rischiano già di spezzare definitivamente i sogni di gloria. Tutti i big proveranno a stare davanti per evitare sorprese, e qui potrebbe esserci dunque una prima importante selezione. All’uscita dalla foresta, secca svolta a sinistra per affrontare un tratto di asfalto che condurrà al settore successivo di Wallers-Hélesmes, e in seguito a quello ben più complicato di Hornaing-Wandignies, 3700 metri e quattro stelle.

Successivamente, nell’arco di venti chilometri verranno poi affrontati ben cinque settori (Warlaing-Brillon, Tilloy-Sars-et-Rosières, Beuvry-la-Forêt-Orchies, Orchies e Auchy-lez-Orchies-Bersée) di non estrema difficoltà ma comunque importanti nell’economia della gara poiché saranno il preludio al secondo cinque stelle di giornata dopo la Foresta di Arenberg: quando mancheranno circa 40 chilometri sarà infatti il momento di Mons-en-Pévèle, che con i suoi 3000 metri e un grado di difficoltà elevatissimo potrebbe contribuire a fornire i primi verdetti su chi potrà giocarsi la gara e chi invece dovrà alzare bandiera bianca. Qui i migliori potrebbero provare a prendere il largo, mentre gli inseguitori dovranno provare a giocarsi il tutto per tutto nel successivo tratto caratterizzato da settori non particolarmente complicati.

Non ci sarà però tempo per rifiatare, visto che ben presto i corridori transiteranno lungo Camphin-en-Pévèle, un quattro stelle di 1800 metri, dove già potrebbero prepararsi i fuochi d’artificio in vista del settore successivo, il quartultimo di giornata. A poco più di diciassette chilometri dal traguardo, ecco infatti i 2100 metri del leggendario Carrefour de l’Arbre, dove spesso si è decisa la corsa. Questo sarà senz’altro un punto cruciale, dove la selezione sarà spietata e dove, in caso di gruppo ristretto, probabilmente assisteremo agli ultimi attacchi con l’obiettivo di evitare una volata che in caso contrario diverrebbe quasi certa. I successivi due settori di Gruson e Willems-Hem sono infatti piuttosto semplici, e insieme ai 300 metri dell’Espace Crupelandt, ultima difficoltà, quasi certamente serviranno soltanto per studiarsi in vista dell’annunciato sprint che potrebbe regalare la gloria all’interno del Velodromo di Roubaix.

Settori Pavé Parigi – Roubaix 2021

# KM NOME SETTORE LUNGHEZZA CLASSE
30 96,3 Troisvilles – Inchy 2,2 km ***
29 102,8 Viesly – Quiévy 1,8 km ***
28 105,4 Quiévy – Saint-Python 3,7 km ****
27 110,1 Saint-Python 1,5 km **
26 116,6 Haussy – Saint-Martin-sur-Écaillon 0,8 km **
25 120,9 Saint-Martin-sur-Ecaillon – Vertain 2,3 km ***
24 127,3 Capelle – Ruesnes 1,7 km ***
23 136,3 Artres  – Quérénaing 1,3 km **
22 138,1 Quérénaing – Maing 2,5 km ***
21 141,2 Maing – Monchaux-sur-Écaillon 1,6 km ***
20 154,2 Haveluy – Wallers 2,5 km ****
19 162,4 Trouée d’Arenberg 2,3 km *****
18 168,4 Wallers – Hélesmes 1,6 km ***
17 175,2 Hornaing – Wandignies 3,7 km ****
16 182,7 Warlaing – Brillon 2,4 km ***
15 186,2 Tilloy – Sars-et-Rosières 2,4 km ****
14 192,5 Beuvry-la-Forêt – Orchies 1,4 km ***
13 197,5 Orchies 1,7 km ***
12 203,6 Auchy-lez-Orchies – Bersée 2,7 km ****
11 209,1 Mons-en-Pévèle 3,0 km *****
10 215,1 Mérignies – Avelin 0,7 km **
9 218,5 Pont-Thibaut – Ennevelin 1,4 km ***
8 223,9 Templeuve (L’Épinette) 0,2 km *
8 224,4 Templeuve (Moulin-de-Vertain) 0,5 km **
7 230,8 Cysoing – Bourghelles 1,3 km ***
6 233,3 Bourghelles – Wannehain 1,1 km ***
5 237,8 Camphin-en-Pévèle 1,8 km ****
4 240,5 Carrefour de l’Arbre 2,1 km *****
3 242,8 Gruson 1,1 km **
2 249,5 Willems – Hem 1,4 km ***
1 256,3 Roubaix (Espace Crupelandt) 0,3 km *
TOTALE CHILOMETRI PAVE’ 55    

Altimetria e Planimetria Parigi – Roubaix 2021

Scegli la tua squadra al Fanta Tour de France! Montepremi minimo di 25.000 euro!
• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button