Giro d’Italia 2021, Gianni Moscon: “Non avevamo programmato niente, abbiamo colto l’occasione”

Ineos Grenadiers grande protagonista della sesta tappa del Giro d’Italia 2021. La formazione britannica ha infatti imposto un gran ritmo nel finale della salita di Forca di Gualdo, a più di 70 chilometri dalla conclusione, grazie al lavoro di un inesauribile Filippo Ganna; il risultato di questa azione è stato un frazionamento del plotone, che ha portato molti uomini (tra cui la Maglia Rosa Alessandro De Marchi) a perdere contatto definitivamente dal gruppo, con la squadra inglese che ha proseguito nell’iniziativa nei chilometri seguenti. Sulla salita finale, poi, tutto i corridori del team hanno contribuito nell’agevolare l’azione di Egan Bernal, che ha concluso la tappa al secondo posto.

Ai microfoni di CyclingPro.net, Gianni Moscon ha spiegato come è nata quell’azione di squadra: “In realtà non avevamo programmato niente, abbiamo colto l’occasione. In realtà non abbiamo fatto niente di speciale, abbiamo solo preso davanti quel tratto di discesa, poi c’erano le situazioni per rompere il gruppo e si è rotto anche abbastanza facilmente. Poi, abbiamo solo insistito”.

C’è dunque soddisfazione in casa Ineos per come si è svolta la tappa: “Abbiamo fatto un’ottima gara, Egan stava bene quindi abbiamo cercato di metterlo nelle migliori condizioni. È stata una giornata durissima soprattutto per il freddo, però è andata, Egan sta bene, quindi è un buon segnale per le prossime tappe”, ha concluso Moscon.

 

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.