© Fabio Ferrari/LaPresse

Giro d’Italia 2021, Egan Bernal: “Piano originale era non perdere tempo, ma durante la tappa ci siamo resi conto che stavamo bene”

Primo successo al Giro d’Italia 2021 solo sfiorato per Egan Bernal. Il capitano della Ineos Grenadiers ha infatti terminato al secondo posto la sesta tappa del GT italiano, che proponeva l’arrivo in quota di San Giacomo dopo 15 chilometri di salita. Il 24enne colombiano ha attaccato a due chilometri dal traguardo, ma non è riuscito ad andare a riprendere il fuggitivo Gino Mäder (Bahrain Victorious), che ha conquistato la prima vittoria della sua carriera. Il vincitore del Tour de France 2019 ha comunque guadagnato terreno su quasi tutti i suoi avversari, e nel contempo è salito in terza posizione in classifica generale, dove ora ha un ritardo di 16 secondi dalla Maglia Rosa Attila Valter (Groupama-FDJ) e cinque da Remco Evenepoel (Deceuninck-QuickStep).

“Il piano originale era quello di non perdere tempo in quello che era il primo test su una salita lunga – ha spiegato Bernal dopo l’arrivo – Non eravamo sicuri di come stavano le gambe, volevamo restare prudenti, ma durante la tappa ci siamo resi conto che stavamo bene, ha iniziato a piovere e volevamo essere davanti”.

La formazione britannica si è messa dunque a fare il ritmo sulla salita di Forca di Gualdo, a più di 70 chilometri dal traguardo, provocando una gran selezione in gruppo: “C’è stato un momento in cui c’era l’opportunità per noi di controllare la corsa, abbiamo colto l’occasione dove sapevamo che ci sarebbe stato del vento“, ha proseguito il colombiano che, come Moscon, ha ammesso che l’azione non era prevista dalla tattica di gara: “Non era previsto, siamo arrivati ​​a quel punto e Pippo (Filippo Ganna, ndr) ha tirato, ho parlato con i corridori, con Castro (Jonathan Castroviejo, ndr), e ho detto che se avessimo tirato avremmo potuto fare qualche danno. Pippo e gli altri sono andati a tutto gas e, anche se non è andata esattamente come volevamo, bisogna cogliere queste opportunità”.

“Penso sia stata una gara aggressiva, alla fine con il vento contrario i corridori a ruota sono stati in grado di risparmiare un po’ di energie, quindi la strategia non è stata un successo. Ma comunque è andato tutto bene, non abbiamo perso tempo. Stiamo prendendo le cose un po’ alla volta“, ha concluso il 24enne.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.