Giro d’Italia 2020, il bilancio della Vini Zabù-Brado-KTM: “Un buon Giro nonostante la sfortuna”

Finito il Giro d’Italia 2020 è tempo di bilanci per la Vini Zabù – Brado – KTM. La formazione professional italiana, che ha animato molte fughe nel corso delle tre settimane di corsa, ha pagato però un conto piuttosto salato alla sfortuna in questa edizione della Corsa Rosa. A cominciare dall’incidente che nel finale della quarta frazione aveva coinvolto Luca Wackermann e Etienne Van Empel, colpiti dalle transenne volate in mezzo alla strada per una folata di vento. Sfortuna che ha colpito anche Giovanni Visconti, costretto a fermarsi per una tendinite mentre era in lotta per la Maglia Azzurra di miglior scalatore.

In ogni caso è soddisfatto della prestazione della sua squadra il DS Luca Scinto: “È stato sicuramente un buon Giro, siamo stati protagonisti nonostante la sfortuna si sia messa in mezzo in diverse occasioni come la caduta di Luca Wackermann o i problemi fisici che hanno afflitto Giovanni Visconti. Rimangono un po’ di rimpianti sia per la tappa dell’Etna sia per ciò che avrebbe potuto fare nell’ultima settimana Giovanni che ci ha fatto sognare nei due giorni in maglia azzurra. Peccato non essere riusciti a vincere una tappa ma ci abbiamo provato praticamente ogni giorno quindi sono soddisfatto”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.