Giro d’Italia 2018, Presentazioni Squadre: EF – Drapac

Classifica generale e singole tappe per la EF – Drapac al Giro d’Italia 2018. La formazione americana si presenta infatti al via della Corsa Rosa con otto corridori di qualità in grado di mettersi in mostra in tutti i terreni. L’uomo di punta per l’occasione sarà Michael Woods. Nonostante le trentuno candeline spente lo scorso 12 ottobre, il canadese è solamente al suo terzo anno fra i professionisti, e l’anno scorso ha già dimostrato le sue qualità emergenti anche nelle corse a tappe di tre settimane. Non tanto al Giro d’Italia, dove puntò alle singole tappe, ma alla Vuelta a España, che riuscì a concludere al settimo posto. Se l’avvio di stagione di non è stato entusiasmante, complice qualche problema fisico, alle Classiche delle Ardenne è arrivata la rivincita con un ottimo secondo posto ottenuto alla Liegi. L’obiettivo quindi sarà quello di lottare per la classifica e portare a casa un buon piazzamento nei primi 10.

Al fianco del capitano in salita ci saranno Joe Dombrowski e Hugh Carthy. Il primo non è mai riuscito a confermare con costanza le sue qualità in salita dopo aver impressionato fra gli Under23. Per lui però ora arriva una grande occasione per provare a rilanciarsi, cercando magari di cogliere un buon risultato con una fuga da lontano quando avrà carta bianca. Per quanto riguarda Carthy il discorso è invece diverso. Autore di una ottima annata nel 2016, il corridore britannico non è riuscito a confermare l’anno scorso, ma in questo 2018 sono arrivati segnali incoraggianti. Carthy potrebbe dunque essere uno dei possibili outsider per la maglia bianca se avrà la possibilità di fare corsa parallela al fianco di Woods.

Per quanto riguarda le volate invece l’attenzione sarà rivolta a Sacha Modolo. Il velocista italiano sa già cosa vuol dire alzare le mani al cielo al Giro d’Italia avendo vinto due tappe nel 2015, ma quest’anno proverà ad incrementare il suo bottino dopo due stagioni difficili, avare di soddisfazioni. Complice un radicale cambio di squadra e di ambiente, Modolo è sicuramente uno dei grandi favoriti per gli arrivi allo sprint e sarà uno dei corridori da tenere in maggior considerazione anche in ottica maglia ciclamino, viste le sue doti complete.

A pilotarlo nelle volate ci sarà Tom Van Asbroeck al suo debutto in carriera al Giro, che potrebbe a sua volta avere qualche giornata da capitano. Completano la formazione al via Nathan Brown, da seguire con attenzione nelle tappe intermedie, nelle quali potrebbe provare a dire la sua sia con tentativi da lontano che nei finali ristretti, Tomas Scully e Mitchell Docker, che avranno il compito di proteggere i capitani e magari mettersi in mostra in qualche tappa con delle fughe del mattino.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.