© Sirotti

CicloMercato 2021: Basso, Cesar Veloso, Ellingworth, Sisr, Turek, Wanty

Prendono sempre più forma gli organici per la prossima stagione. Ad ormai meno di un mese dall’inizio della stagione, anche se per le prime corse si dovrà attendere nel migliore dei casi la fine di gennaio, il CicloMercato 2021 sta definendo le rose delle formazioni professionistiche. In particolare le attenzioni sono attorno alla Qhubeka – Assos, che sta rafforzando fortemente il proprio organico che ormai era ridotto ad una manciata di corridori, riuscendo inoltre a proseguire anche l’esperienza del proprio vivaio continental con base in Italia, ma in questi giorni, si parla molto anche dei contratti della Ineos Grenadiers. In mancanza di comunicazioni ufficiali, arrivano comunque numerose indiscrezioni che portano a quello che comunque in gran parte ci aspettavano da settimane, ovvero una conferma per buona parte dell’organico, ad eccezione dei corridori già partiti.

Dopo Filippo Ganna e Gianni Moscon, è arrivata così anche il rinnovo per Leonardo Basso, affidabile gregario che proseguirà ulteriormente la sua avventura con il team britannico, secondo quanto riporta Ciro Scognamiglio, della Gazzetta dello Sport. Per il 26enne di Castelfranco Veneto sarà dunque la quarta stagione con la maglia della squadra con cui è passato professionista nel 2018 e nella quale si sta ritagliando il suo spazio al fianco dei capitani, partecipando quest’anno per la prima volta ad una classica monumento.

Chi della ex Sky era un pilastro è Rod Ellingworth, approdato lo scorso inverno alla Bahrain – McLaren. Una avventura tuttavia durata appena 14 mesi, con il dirigente britannico, arrivato assieme al marchio automobilistico, che lascia il team in vista di un nuovo anno in cui la nota casa di F1 non sarà più parte del team. Tra gli uomini più importanti della crescita del movimento locale, Ellingworth ha fatto sapere di volersi concentrare nuovamente maggiormente sulla crescita dei corridori e dei giovani.

Ancora senza squadra invece Daniel Turek, che dopo sei anni alla Israel Cycling Academy, facendo parte così del team sin dalla sua creazione, lascia il team israeliano dopo un anno nella sua versione continental. La dirigenza lo ha salutato via social in questi giorni, ricordando il suo contributo nella crescita di una squadra che tuttavia non lo ritiene più adatto al suo livello. Chi invece lascia definitivamente il gruppo è il ceco Frantisek Sisr, che a 27 anni decide di appendere la bici al chiodo dopo una stagione a livello continental con la Elkov – Kasper. Ex corridore della CCC Sprandi, non è riuscito a trovare continuità per proseguire la sua carriera da professionista, nella quale era riuscito a conquistare una corsa di buon livello come la Ronde van Drenthe.

Al contrario, continua la lunga carriera di Gustavo Cesar Veloso, che per quella che dovrebbe essere la sua ultima stagione in gruppo ha raggiunto un accordo con la Atum General-Tavira, lasciando così la W52 Porto, con la quale correva dal 2015 divenendone uno dei simboli e dei corridori più rappresentativi del movimento lusitano

Ci potrebbe invece essere ancora qualche piccolo spazio in casa Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux, nuova denominazione della squadra quest’anno conosciuta come Circus – Wanty Gobert. La formazione belga ha attualmente un organico di 27 corridori, quindi potrebbe anche chiudere il proprio organico, ma attende di definire il proprio budget per valutare la posssbilità di ingaggiare ancora uno o due corridori, come spiega il team manager Jean-François Bourlart a Het Nieuwsblad. In quel caso, probabilmente almeno uno sarà un velocista.

 

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.