© Sirotti

Trek-Segafredo, Mollema: “Ho chiesto alla squadra di andare al Giro, sono super motivato”

Ci sarà anche Bauke Mollema al Giro d’Italia 2019. Come già annunciato, l’esperto corridore della Trek-Segafredo sarà il capitano in Italia, per poi correre anche il Tour de France 2019, dove quest’anno si è aggiudicato il premio della supercombattività, come spalla di Richie Porte. Per il nederlandese si tratterà della terza partecipazione in carriera, con il settimo posto finale del 2017 come miglior piazzamento. Il 2018 è stato sufficiente, ma le aspettative erano più alte, con i due successi arrivati proprio nel Bel Paese, con una tappa alla Settimana Coppi&Bartali e il GP Beghelli.

“Il Giro sarà il grande obiettivo della mia prima parte di stagione – spiega Mollema a Cyclingnews – Le due volte che l’ho corso è andata abbastanza bene e quindi non vedo l’ora di tornarci. Adesso sono ancora più motivato, ho persino chiesto alla squadra di andarci. Non se l’aspettavano questo mio desiderio, ma l’ho chiesto davvero”.

L’ex corridore della Rabobank è poi pronto a mettersi a disposizione del nuovo arrivato Porte, che “conosce ormai da tempo”, alla Grande Boucle, dove spera di avere ancora una buona condizione: “Ho sempre amato fare il Tour e vedremo cosa ne uscirà con l’obiettivo della classifica generale. Richie sarà il nostro uomo e io dovrò solo farmi trovare pronto”.

Infine un’investitura anche su Giulio Ciccone, che potrebbe essere l’uomo in più della squadra americana: “Il prossimo anno avremo una squadra decisamente più forte, con tanti giovani che si stanno già mettendo in evidenza durante il training camp. Tra questi Ciccone, che penso potrà fare molto bene”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.