© ASO / Fabien Boukla

Parigi-Nizza 2020, Maximilian Schachmann: “Non ho visto la curva. La corsa non è ancora finita”

Oggi Maximilian Schachmann ha rischiato di vanificare quanto di buono fatto fin’ora durante la Parigi – Nizza 2020. Il corridore della Bora-hansgrohe, infatti, con il suo errore di traiettoria all’ultima curva ha preso un enorme rischio, per sua fortuna non ha subito gravi conseguenze e non ha perso tempo dai suoi rivali principali, escluso il vincitore di giornata Tiesj Benoot. Nella tappa di domani, che chiuderà questa edizione molto combattuta ma anche tormentata della Corsa del Sole, il corridore tedesco dovrà difendere la sua leadership dagli attacchi dei suoi rivali, che certamente non mancheranno.

“La gara era praticamente finita e non ho visto la curva – ha ammesso dopo aver tagliato il traguardo – È stato davvero pazzesco. Avevo perso qualche metro, ho recuperato un po’ troppo in fretta e ho fatto un errore ma sono riuscito a rimettermi in sella. Ho ancora la maglia gialla, la corsa non è sicuramente ancora finita ma io oggi mi sono sentito bene sull’ultima lunga salita. Oggi abbiamo corso sulla difensiva ma domani probabilmente sarà una tappa un po’ diversa”.

“L’incidente di Max non è stato poi così grave. È caduto nell’ultima curva, ma per ora si sente bene – le considerazioni del direttore sportivo Christian Pömer Oggi è stata una tappa difficile, visto che molti dei nostri corridori hanno perso presto contatto, ma Felix (Großschartner, ndr) ha disputato un’ottima tappa. Anche Patrick (Konrad, ndr) ha fatto molto bene oggi. Nel complesso, possiamo essere molto contenti di aver difeso la maglia gialla per un altro giorno”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *