Mondiali Martigny 2020, un altro mondiale per scalatori?

Appena concluso il mondiale, si comincia già a guardare avanti. Da qualche giorno si conosce il percorso ufficiale del tracciato di Yorkshire 2019, mentre nulla di ufficiale ancora sul percorso di Martigny 2020, con la Svizzera che ha definitivamente preso il posto della candidatura italiana di Vicenza 2020. Incentrata sostanzialmente tra Aigle, sede dell’UCI, e Martigny, la rassegna elvetica non ha ancora un percorso definito, ma gli organizzatori sembrano intenzionati a proporre un percorso nuovamente molto duro, che potrebbe persino avere un dislivello superiore a quello proposto quest’anno dai cugini austriaci.

Secondo le anticipazioni emerse sinora, il tracciato si baserebbe infatti su una prima parte in linea, che in provenienza da Aigle attraverserebbe Martigny, Champex, con una lunga salita di 14 chilometri al 7% di media, e Sion, per poi tornare a Martigny dove inizierebbe un duro circuito conclusivo basato sostanzialmente sulla salita di Forclaz, quasi quattro chilometri di salita per una media superiore al 9%. L’arrivo non sarebbe così posto in salita, ma al termine di un tratto di discesa e breve pianura, a circa dieci chilometri dall’ultima ascensione. La proposta attuale prevederebbe sette giri del circuito, per una distanza complessiva di circa 265 chilometri di gara.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.