© Jean-Claude Faucher

Giro di Svizzera 2019, Carthy esalta la propria impresa: “Sono felice per la squadra e tutti quelli che hanno creduto in me”

Hugh Carthy si è reso protagonista di un’impresa quasi titanica oggi al Giro di Svizzera 2019. Il britannico della EF Education First è rimasto in testa alla corsa dal primo all’ultimo chilometro, resistendo anche al ritorno dei big e riuscendo poi a tagliare il traguardo da solo con oltre un minuto di vantaggio sugli immediati inseguitori, Rohan Dennis ed Egan Bernal. Si tratta del primo successo stagionale per il 24enne talento che, grazie alla prestazione odierna, si aggiudica anche la maglia destinata al miglior scalatore. Il suo ultimo successo tra i professionisti risaliva all’aprile del 2016, con la maglia della Caja Rural.

È un sollievo per me. Sono felice per la squadra e tutti quelli che hanno creduto in me, la mia famiglia e i miei amici – ha spiegato raggiante al traguardo – Mi sentivo bene oggi, ho approfittato dei minuti che mi hanno concesso. Il Direttore Sportivo mi ha incoraggiato dall’ammiraglia, non c’erano problemi ad essere da soli in testa” ha soltanto aggiunto, confermando che salterà il Tour per concentrarsi successivamente sulla Vuelta.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.