© Milano - Torino

EF, Michael Woods continua la riabilitazione e punta i Giochi: “Ora tutti mi superano su Zwift, ma con il rinvio potrò essere al 100%”

Il rinvio di Tokyo 2020 è propizio per Michael Woods. Il canadese, infatti, si era rotto il femore durante la quinta tappa della Parigi – Nizza 2020 ed è attualmente ancora in riabilitazione, quindi avrebbe rischiato di non arrivare con la forma giusta ai Giochi, se non ci fosse stato il rinvio a causa del coronavirus. Per il corridore della EF, infatti, le Olimpiadi e i Mondiali erano gli appuntamenti principali per questo 2020 prima che tante corse fossero cancellate a causa del coronavirus. L’obiettivo, dunque, resta quello di poter tornare in piena forma per i mondiali, le cui date sono state confermate.

Tutti mi superano su Zwift – ha esordito il trentatreenne, scherzando sulla sua attuale condizione – Ma non sono preocccupato. […] Non voglio affrettare il rientro, perché è un infortunio serio. Sì, mi sono prefissato una data, ma non mi ci impunterò. Olimpiadi e Mondiali erano il mio grande obiettivo per quest’anno. A quanto pare i Mondiali restano a settembre e ora (con il rinvio dei Giochi – ndr) penso che potrò essere al 100% per entrambi gli appuntamenti”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.