© Kuurne - Bruxelles - Kuurne

Deceuninck-QuickStep, nel mirino di Kasper Asgreen per il 2021 ci sono pavé, Olimpiadi e Mondiali

Anche Kasper Asgreen pronto ad iniziare la nuova stagione. Per quello che sarà il suo quarto anno alla Deceuninck-QuickStep, il danese punta a fare il salto di qualità nelle corse che, sinora, l’hanno visto ottenere i risultati migliori, vale a dire le classiche del Nord. Nel 2019, infatti, il 25enne era giunto secondo al Giro delle Fiandre alle spalle di Alberto Bettiol (EF Education-Nippo), mentre lo scorso anno, prima del lockdown, si era imposto alla Kuurne-Bruxelles-Kuurne anticipando il gruppo. Le gare sul pavé non saranno tuttavia gli unici obiettivi di Asgreen, corridore completo e adatto a più terreni, che nel 2021 punta anche a partecipare ai Giochi Olimpici di Tokyo e ai Mondiali di Leuven.

Il primo obiettivo sono le classiche del pavé – ha dichiarato il danese a Feltet.dk – quindi sarebbe naturale per me correre il Tour de France, ma poiché ora devi essere messo in quarantena per 14 giorni prima delle Olimpiadi, sarà difficile correre sia queste ultime che il Tour de France”.

Visti i tanti ottimi corridori danesi che negli ultimi anni si sono imposti ad alti livelli, il 25enne è consapevole che ci sarà comunque da lottare per essere selezionati per i Giochi: “Dobbiamo vedere se verrò selezionato. Richiede che io abbia una buona stagione e, se voglio essere tra i quattro che verranno scelti, devo dimostrare che ho il diritto di esserci“.

Anche il Campionato Mondiale fa parte degli obiettivi del corridore della Deceuninck-QuickStep: “Bisogna vedere se c’è il pavé sul percorso, ma ci sono almeno alcune brevi salite dure che sono invitanti. Mi piace, quindi è sicuramente qualcosa a cui punto. Anche la cronometro è adatta a me, è una prova in cui deve essere mantenuta un’alta velocità per tutto il percorso”.

Come per molti altri corridori, a causa del perdurare della pandemia, in questo momento non è facile per Asgreen stilare un programma di gare per i prossimi mesi, tuttavia il danese ha “rivelato” la prima corsa nella quale metterà il numero sulla schiena: “Farò una corsa a tappe prima dell’inizio delle classiche, quindi se guardate a quello che faccio di solito, probabilmente potrete indovinare quale“, ha concluso il 25enne, che dunque potrebbe essere al via del Tour de la Provence come accaduto nelle ultime due stagioni.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.