Presentazione Percorso e Favoriti Giro di Polonia 2021

Il Giro di Polonia 2021 spera di cambiare marcia. La corsa WorldTour polacca è stata negli ultimi due anni scenario della caduta che ha portato alla morte prematura di Bjorg Lambercht e dell’incidente (con gli organizzatori non esenti da colpe) dello scorso anno tra Dylan Groenewegen Fabio Jakobsen, che aveva portato in fin di vita il corridore della Deceuninck-QuickStep. La corsa in programma dall’8 al 15 agosto prossimi spera di poter voltare subito pagina, mettendosi alle spalle il recente passato, e per farlo ha cominciato con il togliere dal percorso il pericoloso arrivo in discesa di Katowice.

HASHTAG UFFICIALE: #TDP2021

Albo d’oro recente Giro di Polonia

2020 EVENEPOEL Remco
2019 SIVAKOV Pavel
2018 KWIATKOWSKI Michał
2017 TEUNS Dylan
2016 WELLENS Tim
2015 IZAGIRRE Ion
2014 MAJKA Rafał
2013 WEENING Pieter
2012 MOSER Moreno
2011 SAGAN Peter

Percorso Giro di Polonia 2021

La corsa si aprirà subito con una frazione di oltre duecento chilometri da Lublin a Chelm, una giornata che proporrà un percorso piuttosto frastagliato, con tanti saliscendi, nella prima metà di gara, mentre nella seconda parte le difficoltà saranno quasi del tutto assenti. Nel finale si entrerà poi in un breve circuito e si transiterà una prima volta sulla linea d’arrivo a 7500 metri dalla conclusione, con il traguardo che sarà posto al termine di un breve strappo di 500 metri in pavé che dovrebbe premiare un finisseur o un velocista particolarmente resistente. Più dura, ma solo nel tratto conclusivo, sarà invece la tappa del giorno successivo da Zamość a Przemyśl: tre salite in rapida successione negli ultimi 50 chilometri anticiperanno infatti l’impegnativa ascesa finale di 1500 metri, che presenterà pendenze che arriveranno a toccare anche il 15%, al termine della quale si potrebbe già assistere ad alcuni distacchi tra i big in classifica generale.

La terza giornata di gara, 226,4 chilometri da Sanok a Rzeszów, ricalcherà invece un po’ la prima frazione, proponendo un tracciato ricco di saliscendi nella prima metà, che servirà a mettere fatica nelle gambe dei velocisti. Il finale, tuttavia, sarà più semplice, con il gruppo che avrà modo di studiare l’arrivo transitandoci una prima volta a otto chilometri dal traguardo, sul quale quasi certamente gli sprinter si disputeranno il successo. La tappa regina di questa edizione del Giro di Polonia arriverà il quarto giorno, quando sarà affrontato il classico arrivo di Bukovina Resort, 160,5 chilometri dopo la partenza da Tarnów. La salita conclusiva, che verrà preceduta dalla lunga (ma pedalabile) ascesa di Laspzanka, sarà molto probabilmente teatro dello scontro tra gli uomini di classifica, che potrebbero anche guadagnare o perdere parecchio terreno.

Non sarà comunque assolutamente da sottovalutare la quinta frazione da Chocholów a Bielsko-Biala, che presenterà tre importanti GPM (più altre brevi salitelle) prima del circuito finale di 7,3 chilometri, da ripetere per tre volte, caratterizzato da un breve strappo di 2500 metri in cima al quale sarà posto il traguardo. La classifica generale sarà poi probabilmente definita dalla cronometro di 17,9 chilometri del giorno successivo in quel di Katowice, il cui percorso non proporrà particolari difficoltà dal punto di vista altimetrico, presentando tuttavia un tracciato parecchio tortuoso e ricco di curve, dove i corridori dovranno mostrare abilità nella guida del mezzo. La corsa si concluderà infine con una giornata non troppo impegnativa con partenza da Zabrze e arrivo a Kraków, dove i velocisti avranno la possibilità di ottenere un altro successo al termine dei tre giri del circuito finale di 5000 metri.

Tappe Giro di Polonia 2021

Tappa 1 (09/08): Lublin – Chelm (216,4 km)
Tappa 2 (10/08): Zamość – Przemyśl (200,8 km)
Tappa 3 (11/08): Sanok – Rzeszów (226,4 km)
Tappa 4 (12/08): Tarnów – Bukovina Resort (160,5 km)
Tappa 5 (13/08): Chocholów – Bielsko-Biala (172,9 km)
Tappa 6 (14/08): Katowice – Katowice (17,9 km, cronometro)
Tappa 7 (15/08): Zabrze – Kraków (145,1 km)

Favoriti Giro di Polonia 2021

Clicca qui per la startlist

La crono potrebbe rivelarsi decisiva, portando così alla ribalta soprattutto coloro che nell’esercizio solitario possono fare la differenza. Fra questi, spicca indubbiamente Joao Almeida (Deceuninck-QuickStep), che è anche probabilmente uno dei migliori scalatori in gruppo. Il portoghese si presenta così come l’uomo da battere, potendo anche contare su una squadra che potrebbe offrirgli un discreto supporto, soprattutto con la presenza di un corridore completo come Mikkel Honoré, possibile pedina alternativa visto l’ottimo stato di forma dimostrato recentemente.

Squadra con più carte e tutte di spessore è sicuramente la Ineos Grenadiers, che ha nel padrone di casa Michal Kwiatkowski la punta più affilata, visto che il polacco può dire la sua a cronometro e difendersi molto bene in salita. Qui si attende anche qualche segnale importante da Tao Geoghegan Hart, autore sinora di una stagione abbastanza difficile e sfortunata, con anche Gianni Moscon che potrebbe rivelarsi una pedina preziosa viste le sue caratteristiche molto adatte a questo tipo di percorso e di salite.

Ottimo cronoman e scalatore in crescita è il nostro Matteo Sobrero (Astana-PremierTech), che dopo essere stato battuto dal solo Tadej Pogacar al Giro di Slovenia cercherà di confermare le sue qualità in questo tipo di prove, anche se non corre ormai da oltre un mese e la sua condizione è una incognita in questo momento. Capace di difendersi piuttosto bene in entrambi gli esercizi sono invece Diego Ulissi (UAE Team Emirates) e Tim Wellens (Lotto Soudal), che potrebbero cercare di far valere le loro qualità di corridori da classiche nelle frazioni intermedie, in cui andarsi a prendere qualche secondo prezioso.

Un ragionamento che calza bene anche per l’interessante coppia della Bahrain – Victorious composta da Matej Mohoric e Dylan Teuns, due uomini dalle caratteristiche complementari che potrebbero provare a giocarsi le proprie carte in più occasioni, difendendosi poi nella prova a cronometro. La stessa che per uomini come Patrick Bevin (Israel Start-Up Nation) e Mikkel Bjerg (UAE Team Emirates) potrebbe rappresentare il fulcro tattico attorno a cui far ruotare le proprie strategie per andare a cogliere un bel piazzamento.

Le salite saranno invece il terreno di Giovanni Aleotti (Bora-hansgrohe), recente vincitore del Sibiu Tour e pronto a misurarsi su un palcoscenico più importante, George Bennett (Jumbo-Visma), in cerca del suo livello migliore, e Attila Valter (Groupama-FDJ), che potrebbe cercare di farsi vedere non troppo lontano da casa.  In salita si attendono segnali anche da Jai Hindley (Team DSM) e Ilnur Zakarin (Gazprom-Rusvelo), quest’anno decisamente lontani dalle loro prestazioni abituali. Autore di una bella Vuelta a Burgos, sarà interessante vedere nuovamente all’opera Einer Rubio (Movistar), oppure i nostri Lorenzo Rota (Intermarché-Wanty-Gobert) e Matteo Fabbro (Bora-hansgrohe), che troveranno terreno adatto alle loro caratteristiche.

Possibili sorprese anche uomini come Tanel Kangert (Astana-PremierTech) e Toms Skujins (Trek-Segafredo), corridori capacei di difendersi bene tanto in salita quanto a cronometro, così come il giovane Antonio Tiberi (Trek-Segafredo), che prenderà il via con il compito di continuare a fare esperienza.

Borsino dei Favoriti Giro di Polonia 2021

***** João Almeida
**** Michal Kwiatkowski, Tim Wellens
*** Matteo Sobrero, Diego Ulissi, Matej Mohoric
** Toms Skujins, Gianni Moscon, Mikkel Honoré, Dylan Teuns
* Giovanni Aleotti, Patrick Bevin, George Bennett, Mikkel Bjerg, Attila Valter

Altimetrie e Planimetrie Giro di Polonia 2021

Partecipa al Fanta Giro d'Italia e scegli la tua squadra per la dodicesima tappa. Montepremi minimo di 500 euro!

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button