Parigi – Nizza 2017, Alaphilippe: “Il mio più grande rivale sono io stesso”

Una prova sopra le righe quella offerta oggi da Julien Alaphilippe alla Parigi – Nizza 2017. L’atleta transalpino ha messo le mani sulla cronometro odierna, anticipando Alberto Contador di 19 secondi e ora distanzia Tony Gallopin, secondo in classifica, di 33 secondi. Chiaramente soddisfatto il corridore della Quick-Step Floors si mostra ovviamente “veramente felice” dopo il traguardo: “In prossimità dell’arrivo, sapendo che ero vicino, mi son motivato da solo. Non sapevo nemmeno di aver vinto quando ho attraversato la linea del traguardo, perché stavo andando al massimo”.

“Ero molto concentrato e un po’ nervoso perché sapevo che sarei andato a soffrire più che potevo – spiega il talento francese– È una grande vittoria e una grande motivazione per la squadra”. Rispetto agli altri anni, Alaphilippe rivela che sta vivendo questa Parigi – Nizza con rinnovata motivazione e che si è avvicinato diversamente a questo appuntamento, sapendo anche che questa cronometro era adatta alle sue caratteristiche, “molto veloce in partenza e con una buona salita alla fine”, come riportato dal venticinquenne originario di Saint-Amand-Montron.

Il successo odierno lo giustifica a questo punto a puntare alla conquista della classifica generale di una delle corse più ambite e importanti del panorama internazionale: “In parte, in cuor mio, penso di poter tenere la maglia gialla, ma c’è grande concorrenza e le ultime tappe sono davvero difficili. Il mio più grave rivale sono io stesso”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Crea la tua squadra ideale per la 13ª tappa del Giro 2019 e vinci 110€!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.