© Sirotti

DVV Trofee, Mathieu van der Poel dopo la rimonta vincente: “È stata una gara molto difficile. Dopo la caduta ho cercato di rimanere calmo”

Ancora una volta Mathieu van der Poel impone la sua legge all’Azencross. Il corridore neerlandese vince per la terza volta consecutiva la corsa belga in una stagione in cui si è dimostrato praticamente imbattibile. Per lui quello odierno è il quinto successo consecutivo e il quattordicesimo stagionale, ottenuto in una corsa che era iniziata davvero male. Infatti, il fenomeno neerlandese è stato protagonista di una banale caduta nelle prime fasi di gara che lo ha costretto a una corsa ad inseguimento, dopo essere finito in fondo al gruppo. Un recupero completato a tre giri dal traguardo quando ha raggiunto e superato Eli Iserbyt, che fino ad allora guidava la gara.

È stata una gara in rimonta molto difficile. È stato difficile recuperare posizioni – le sue parole a wielerflits– C’era un sacco di sabbia che si stendeva sul ponte. Ci è voluto un po’ prima che potessi riprendere la mia bici a causa di tutti i ciclisti che erano dietro. Non ho potuto fare altro che cercare di rimanere calmo in quel momento. Poi ho iniziato la mia gara fino a quando all’improvviso mi sono trovato davanti a tutti”.

“Posso tenere un ritmo abbastanza altro per tutta la gara – ha continuato il campione neerlandese – E questo significa che la mia base è al top. Sono soddisfatto. Abbiamo un approccio leggermente diverso, il che significa che faccio un po’ più allenamento di resistenza. Sono molto soddisfatto della mia forma di questo periodo di fine anno, quindi sto bene. Altrimenti non avrei fatto una rimonta come oggi”.

Infine parla anche del ritorno alle corse di Wout Van Aert: “Non sono sorpreso, era prevedibile. Ho seguito quello che ha fatto, quindi sapevo che sarebbe stato in forma”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.