UAE Team Emirates, Juan Ayuso: “Mi sto allenando, sacrificando e sognando per migliorare quanto ottenuto”

Juan Ayuso tra passato e presente. Il portacolori della UAE Team Emirates è stato tra i protagonisti oggi del Madird Criterium, poi conquistato da Tadej Pogacar (UAE Team Emirates), e, in occasione della presentazione dell’evento, si è concesso ad alcune interviste. In particolare il classe 2002 si è concentrato soprattutto sugli ottimi risultati ottenuti quest’anno alla Vuelta a España, corsa che sarà il suo grande obiettivo anche il prossimo anno. Con lui, il prossimo anno, al via potrebbe esserci anche il compagno di squadra sloveno, assieme al quale l’iberico si è detto entusiasta di correre ed allenarsi.

Non mi sarei mai immaginato di vivere una stagione come questa – ha dichiarato il nativo di Barcellona ad AS – Ancora meno di essere sul podio alla Vuelta, anche perché all’inizio dell’anno non era nei nostri piani di correrla. La Vuelta sarà il grande obiettivo del 2023. Adesso abbiamo un ritiro che comincia il 10 dicembre e vedrò con Matxin (il general manager della squadra, ndr) il resto del calendario, ma tutto sarà incentrato sulla Vuelta“.

“Aver fatto podio in un Grande Giro è una cosa importante – ha proseguito – ma è meglio avere la pressione di provare a ripetere un risultato piuttosto che aspirare a qualcosa che non hai ancora ottenuto. Non sarà facile migliorare quanto raggiunto, e per questa ragione mi sto allenando, sacrificando e sognando“.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button