© UAE Team Emirates

Parigi-Nizza 2019, Aru abbandona la corsa! Nausea e spossatezza lo costringono al ritiro

Fabio Aru ha deciso di lasciare la Parigi-Nizza 2019. Il corridore della UAE-Emirates è infatti sceso di bicicletta dopo circa 110 chilometri della terza tappa della Corsa verso Sole, la Cepoy-Yzeure di 200 chilometri. Il sardo aveva scelto all’ultimo momento di inserire questa corsa nel suo calendario, non prendendo rischi nelle prime due frazioni caratterizzate dai ventagli e arrivando in entrambi i casi piuttosto attardato. Alla partenza aveva infatti 17’23” di distacco dalla maglia gialla di Dylan Groenewegen (Jumbo-Visma), risultando tra i big più attardati.

Secondo quanto riportato dalla sua squadra, il vincitore della Vuelta 2015 soffriva di “nausea e spossatezza” e la sua scelta è stata quella di non rischiare di aggravare ulteriormente la situazione. “Già prima della partenza Fabio aveva avvisato lo staff sanitario di avvertire sensazioni di nausea – spiega il direttore sportivo Neil Stephens – Il medico del team, Dr Jeroen Swart, ha aiutato il corridore a mitigare tali sintomi e Aru ha preso il via della tappa, ma la nausea è tornata a farsi sentire in gara, costringendolo a fermarsi dopo poco più di 90 km di corsa”.

Le condizioni del corridore sardo saranno ora valutate meglio nelle prossime ore e giorni per decidere terapia e il suo nuovo programma in vista dei prossimi appuntamenti. Nel suo calendario c’era la Volta a Catalunya (25-31 marzo): tempo ce n’è, ma bisogna chiaramente capire eventualmente in quali condizioni sarà al via.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.