© Team Sky

Giro del Delfinato 2019, Wout Poels commenta la caduta di Froome: “Ero sotto shock”

Wout Poels molto colpito dall’infortunio di Chris Froome al Giro del Delfinato 2019. Il corridore neerlandese era con il suo capitano quando il britannico è caduto violentemente durante la ricognizione della cronometro riportando numerose fratture che lo costringeranno a rinunciare a Tour de France e al resto della stagione. Il fido gregario di alcune delle battaglie più importanti è stato dunque il primo a vedere quanto successo visto che era proprio alla ruota del Keniano Bianco nel momento in cui il vento lo ha spazzato via, facendolo sbattere violentemente a terra.

“In corsa assistiamo spesso a delle cadute, ma quando Chris è caduto ero sotto shock – spiega a RTBF – Non era davvero bello da vedere. Andavamo a 65 km/h, in discesa, dopo la salita. C’è stato un colpo di vento che ha sollevato la sua ruota e lo ha buttato violentemente a terra. L’impatto è stato molto forte. Quando vai a questa velocità e cadi, sai quali saranno le conseguenze”.

Mentre Froome veniva così soccorso dai membri del team e fortunatamente anche dall’ambulanza che si trovava lì vicina, il suo compagno, ancora colpito per la scena, non riusciva più ad avvicinarsi: “Sono restato lì, ma non volevo andare a vederlo steso a terra. Sapevo che era in buone mani, che si stavano occupando di lui e che non avrei potuto fare granché per lui”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.