© Sirotti

FDJ, Reichenbach va avanti nella causa contro Moscon e chiede un risarcimento

Sono passati 22 giorni dalla brutta caduta di Sebastien Reichenbach alla Tre Valli Varesine 2017. Il corridore svizzero fin dal primo momento ha individuato in Gianni Moscon, che si è dichiarato più volte estraneo alla vicenda, il colpevole dell’accaduto tanto da denunciarlo sia alla polizia italiana che all’UCI. Proprio il portacolori della FDJ dopo quella caduta ha riportato la frattura del gomito e del bacino, chiudendo così prima del previsto la sua stagione. Come riporta Het Nieuwsblad la causa sta andando avanti così come conferma l’avvocato di Reichennbach Johnny Maeschalck: “È poco frequente nel mondo del ciclismo, ma se un corridore ritiene che ha subito dei danni per colpa altrui ha diritto a ricorrere alla giustizia. Le norme del diritto civile e penale valgono anche in ambito sportivo, la giustizia non finiscono al cancello di uno stadio”.

 

Sempre il quotidiano belga riporta inoltre l’unico precedente simile, avvenuto nel Mondiale di Ronse nel 1988. In quel caso Claude Criquielion denunciò a Steve Bauer per averlo buttato a terra nella volata. La causa è andata avanti per diversi anni prima che il tribunale respingesse l’accusa di Criquielion. 

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.