© Stiehl Photography / AM

E3 Harelbeke 2017, Van Avermaet anticipa Gilbert

Greg Van Avermaet conquista la E3 Harelbeke 2017. Il corridore della BMC regola in volata un terzetto selezionatosi in maniera definitiva sul Paterberg, grazie al forcing di Philippe Gilbert (Quick-Step Floors), poi secondo al traguardo. A completare il podio Oliver Naesen (Ag2r La Mondiale), unico ad essere riuscito a seguire i due nei momenti decisivi della corsa, quando hanno prodotto le loro accelerazioni.

Grande nervosismo e ritmo altissimo sin dalle prime battute di gara. Tutti vogliono stare davanti e ne viene fuori un ritmo forsennato, che impedisce qualsiasi fuga. A provarci sono in molti, ma non c’è niente da fare, il gruppo si riporta sempre sotto. Nel frattempo numerose son i contatti e le conseguenti cadute, quella più grave è per Tony Gallopin (Lotto Soudal), che finisce a terra sbattendo violentemente il polso. Costretto a salire in ambulanza, il francese deve salutare la corsa anzitempo (si scoprirà poi che non c’è nessuna frattura).

Neanche con l’arrivo delle prime difficoltà fra muri e pavé si riesce a fare la differenza. La prima ora si conclude ad una media di 43,3 km/h, ma senza nessuna fuga. Dopo 50 chilometri ci provano Kenneth Van Rooy (Sport Vlaanderen-Baloise), Jesper Asselman (Roompot Oranje Peloton), Nans Peters (Ag2r-LaMondiale) e Pieter Van Speybroeck (Wanty-Groupe Gobert), ma anche la loro azione ha vita brevissima. Ci vogliono altri trenta chilometri affinché il gruppo decida di lasciar andare uno dei numerosi tentativi che si sviluppano.

Dopo 80 chilometri in testa alla corsa troviamo dunque Alexis Gougeard (AG2R – La Mondiale), Laurens De Vreese (Astana), Gijs Van Hoecke (LottoNL-Jumbo), David Per (Bahrain-Merida), Christophe Masson (WB-Veranclassic-Aqua Protect) e Taco van der Hoorn (Roompot-Nederlandse Loterij). Al loro insegumento si lancia prima Dries De Bondt (Verandas Willems-Crelan), imitato da Tom Van Asbroeck (Cannondale-Drapac) e Mickael Délage (FDJ). I tre si ricompattano all’inseguimento, ma non riescono a rientrare, mentre il gruppo si rialza, concedendo sino a un massimo di cinque minuti.

Intorno al centesimo chilometro le squadre dei favoriti cominciano a portarsi davanti, per poi effettuare una accelerazione più netta a circa 90 chilometri dalla conclusione. L’azione più concreta è quella della Quick-Step Floors, che fa da preludio all’accelerazione di Tom Boonen sul Taaienberg, dove ha costruito alcune delle sue vittorie più importanti. Alla sua ruota si portano subito Greg Van Avermaet (BMC) e Peter Sagan (Bora-hansgrohe). Una nuova accelerazione del belga viene poi rintuzzata da Daniel Oss (BMC), con il gruppo che si riduce ad una trentina di unità.

Ulteriore sferzata arriva da Philippe Gilbert (Quick-Step Floors), tra i più dinamici, che riesce a portarsi appresso Lukas Pöstlberger (Bora-Hansgrohe), Oliver Naesen (Ag2r-La Mondiale) e Greg Van Avermaet (BMC Racing). Alle loro spalle non c’è molta organizzazione e si prosegue a scatti, con Matteo Trentin (Quick-Step Floors) e Daniel Oss (BMC) a proteggere l’azione dei propri capitani. I distacchi sono restano minimi per qualche chilometro, fino a quando non riescono a rientrare sul quartetto anche Luke Durbridge (Orica-Scott), Sacha Modolo (UAE Emirates) e Sep Vanmarcke (Cannondale-Drapac). Il vantaggio comincia a crescere, mentre i contrattaccanti riprendono il terzetto rimasto all’inseguimento della testa della corsa.

Si arriva così sull’Eikenberg, dove Gilbert accelera nuovamente, staccando Modolo e i tre attaccanti del mattino, che non possono seguire. L’azione permette di riprendere anche la fuga del mattino, formando un gruppetto di 12 uomini al comando. In gruppo è Tony Martin (Katusha-Alpecin) ad aumentare notevolmente l’andatura, ma nuovamente BMC e Quick-Step Floors fanno buona guardia. Anche Peter Sagan comincia a muoversi in prima persona quando il gruppo ormai conta 45 secondi di ritardo. Sullo Stationsberg perdono contatto Per e Masson, mentre Gougeard cerca di spendere tutte le energie rimaste in favore di Naesen. In gruppo non si trova modo di organizzarsi, come testimoniano ancora alcuni tentativi, nei quali si nota la buona pedalata di Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida) e Fabio Felline (Trek-Segafredo), e il distacco sale ancora, fino ad arrivare a 1’20” ai piedi del Paterberg.

All’imbocco del celebre muro Sagan finisce a terra assieme a Oscar Gatto (Astana), perdendo molto terreno. Successivamente prova anche a cambiare bici con un compagno, ma problemi meccanici lo costringono a restare fermo a lungo, dovendo dire addio alle sue speranze (sempre che ancora ne potesse avere visto il ritardo accumulato). Davanti invece è nuovamente Gilbert a fare la corsa, con un nuovo forcing che sfianca i rivali. Sul successivo Vecchio Kwaremont l’azione decisiva dell’ex iridato, alla cui ruota restano solamente Van Avermaet e Naesen. L’ultimo ad arrendersi è Durbridge, che per qualche chilometro resta vicino al terzetto, sembrando quasi in grado di rientrare, ma successivamente paga lo sforzo e deve lasciar partire i rivali.

Dietro è Matteo Trentin a forzare sul Paterberg, un’azione che fa saltare i gregari degli altri capitani, che a quel punto si ritrovano praticamente da soli. Unico ad avere un compagno in grado di fare la differenza è John Degenkolb (Trek-Segafredo), che mette Felline davanti. Il torinese effettua una bella selezione e nella loro ruota restano appena una decina di corridori. Peccato che fra questi ci siano Tom Boonen, Niki Terpstra, Matteo Trentin e Daniel Oss, tutti corridori che non hanno intenzione di tirare un metro visto che hanno compagni davanti. Impossibile ormai organizzarsi, il distacco che era sceso a 60 secondi torna a salire in maniera vertiginosa e la corsa è ormai persa per gli inseguitori.

A 20 chilometri dal traguardo, sul Tiegemberg, ultima asperità di giornata, è nuovamente Philippe Gilbert ad attaccare. Alla ruota del campione belga resta il solo Van Avermaet, con Naesen che perde qualche metro. Inizialmente il corridore della Ag2r La Mondiale sembra destinato ad essere distanziato, ma i due ex compagni non trovano l’intesa e fanno rientrare il terzo incomodo. Il terzetto a quel punto comincia a studiarsi, con una collaborazione parsimoniosa, volta a risparmiare il più possibile in vista della volata finale, che sembra ormai inevitabile.

Nell’ultim chilometro quasi una sfida fra pistard. Gilbert davanti e nessuno intenzionato a passarlo. L’ex iridato più volte prova a scartare e prosegue a zig-zag, ma gli altri scartano a loro volta di lato per evitare di farsi prendere la ruota. Si arriva così agli ultimi duecento metri. A rompere gli indugi è Naesen, che parte dalla terza posizione. Van Avermaet ricuce lo strappo e si fa aspirare dalla scia per superarlo negli ultimi 30 metri. Anche Gilbert è in forte rimonta, ma sulla linea passa per primo il campione olimpico.

ORDINE D’ARRIVO

1 Greg VAN AVERMAET BEL BMC 32 4:48:17
2 Philippe GILBERT BEL QST 35 +0
3 Oliver NAESEN BEL ALM 27 +0
4 Luke DURBRIDGE AUS ORS 26 +40
5 Lukas PÖSTLBERGER AUT BOH 25 +41
6 MICHAEL VALGREN ANDERSEN DEN AST 25 +52
7 Sonny COLBRELLI ITA TBM 27 +52
8 Tom BOONEN BEL QST 37 +52
9 Dylan VAN BAARLE NED CDT 25 +52
10 Alberto BETTIOL ITA CDT 24 +52
11 Fabio FELLINE ITA TFS 27 +52
12 Jens KEUKELEIRE BEL ORS 29 +52
13 John DEGENKOLB GER TFS 28 +52
14 Tiesj BENOOT BEL LTS 23 +52
15 Luke ROWE GBR SKY 27 +52
16 Sebastian LANGEVELD NED CDT 32 +52
17 Laurens DE VREESE BEL AST 29 +52
18 Ignatas KONOVALOVAS LTU FDJ 32 +52
19 Niki TERPSTRA NED QST 33 +52
20 Daniel OSS ITA BMC 30 +52
21 Tony MARTIN GER KAT 32 +52
22 Matteo TRENTIN ITA QST 28 +57
23 Sep VANMARCKE BEL CDT 29 +1:53
24 Magnus Cort NIELSEN DEN ORS 24 +2:12
25 Borut BOZIC SLO TBM 37 +2:12
26 Sacha MODOLO ITA UAD 30 +2:12
27 Alexander KRISTOFF NOR KAT 30 +2:12
28 Ramon SINKELDAM NED SUN 28 +2:12
29 Olivier LE GAC FRA FDJ 24 +2:12
30 Scott THWAITES GBR DDD 27 +2:12
31 Jasper DE BUYST BEL LTS 24 +2:12
32 Iljo KEISSE BEL QST 35 +2:12
33 Luka PIBERNIK SLO TBM 24 +2:12
34 Frederik BACKAERT BEL WGG 27 +2:12
35 Koen DE KORT NED TFS 35 +2:12
36 Guillaume VAN KEIRSBULCK BEL WGG 26 +2:12
37 Mathew HAYMAN AUS ORS 39 +2:12
38 Taco VAN DER HOORN NED RNL 24 +2:12
39 Carlos BARBERO CUESTA ESP MOV 26 +2:12
40 Loïc VLIEGEN BEL BMC 24 +2:12
41 Jasha SÜTTERLIN GER MOV 25 +2:12
42 Bryan COQUARD FRA DEN 25 +2:12
43 Gijs VAN HOECKE BEL TLJ 26 +2:12
44 Stijn DEVOLDER BEL VWC 38 +2:12
45 Bram TANKINK NED TLJ 39 +2:12
46 Jos VAN EMDEN NED TLJ 32 +2:12
47 Jean-Pierre DRUCKER LUX BMC 31 +2:12
48 Jelle WALLAYS BEL LTS 28 +2:12
49 Huub DUYN NED VWC 33 +2:12
50 Thomas SPRENGERS BEL SVB 27 +2:12
51 Alexey LUTSENKO KAZ AST 25 +2:12
52 Kevin ISTA BEL WVA 33 +2:12
53 Zdenek ŠTYBAR CZE QST 32 +2:16
54 Lukasz WISNIOWSKI POL SKY 26 +2:16
55 Silvan DILLIER SUI BMC 27 +2:16
56 Ian STANNARD GBR SKY 30 +2:16
57 Ivan GARCIA CORTINA ESP TBM 22 +2:16
58 Christopher JUUL JENSEN DEN ORS 28 +2:16
59 Tom SCULLY NZL CDT 27 +2:16
60 Antoine DUCHESNE CAN DEN 26 +2:16
61 Sylvain CHAVANEL FRA DEN 38 +2:16
62 Gianni MOSCON ITA SKY 23 +2:20
63 Vegard Stake LAENGEN NOR UAD 28 +2:20
64 Marco MARCATO ITA UAD 33 +2:29
65 Tyler FARRAR USA DDD 33 +2:43
66 Hugo HOULE CAN ALM 27 +6:15
67 Aleksei TCATEVICH RUS GAZ 28 +6:15
68 Dmitriy GRUZDEV KAZ AST 31 +6:15
69 Reto HOLLENSTEIN SUI KAT 32 +6:15
70 Nils POLITT GER KAT 23 +6:15
71 Stijn VANDENBERGH BEL ALM 33 +6:15
72 Michael MORKOV DEN KAT 32 +6:15
73 Martin ELMIGER SUI BMC 39 +6:15
74 Eliot LIETAER BEL SVB 27 +6:15
75 Søren Kragh ANDERSEN DEN SUN 23 +6:15
76 Tom VAN ASBROECK BEL CDT 27 +6:15
77 Mickael DELAGE FRA FDJ 32 +6:15
78 Alexis GOUGEARD FRA ALM 24 +6:15
79 Kristijan KOREN SLO CDT 31 +6:15
80 Marcus BURGHARDT GER BOH 34 +6:15
81 Bert DE BACKER BEL SUN 33 +8:36
82 Elmar REINDERS NED RNL 25 +8:36
83 Twan CASTELIJNS NED TLJ 28 +8:36
84 Floris GERFS NED BMC 25 +8:36
85 Matthieu LADAGNOUS FRA FDJ 33 +8:36
86 Jorge ARCAS PEÑA ESP MOV 25 +8:36
87 Kenneth VAN ROOY BEL SVB 24 +8:36
88 Moreno HOFLAND NED LTS 26 +8:36
89 Romain CARDIS FRA DEN 25 +8:36
90 Mads PEDERSEN DEN TFS 22 +8:36
91 Sjoerd VAN GINNEKEN NED RNL 25 +8:36
92 Julien VERMOTE BEL QST 28 +8:36
93 Julien DUVAL FRA ALM 27 +8:36
94 Nuno MATOS POR MOV 23 +8:36
95 Manuel QUINZIATO ITA BMC 38 +8:36
96 Lars BOOM NED TLJ 32 +8:36
97 Simone CONSONNI ITA UAD 23 +8:36
98 Kris BOECKMANS BEL LTS 30 +8:39
99 Edvald BOASSON HAGEN NOR DDD 30 +10:45
100 Sven erik BYSTRØM NOR KAT 25 +10:45
101 Erik BASKA SVK BOH 23 +10:45
102 Maciej BODNAR POL BOH 32 +10:45
103 Sander CORDEEL BEL VWC 30 +10:45
104 Alexander PORSEV RUS GAZ 31 +10:45
105 Igor BOEV RUS GAZ 28 +10:45
106 Julien MORICE FRA DEN 26 +10:45
107 Nans PETERS FRA ALM 23 +10:45
108 Peter SAGAN SVK BOH 27 +10:45
109 Alexandre PICHOT FRA DEN 34 +10:45
110 Remy MERTZ BEL LTS 22 +10:45
111 Pavel BRUTT RUS GAZ 35 +10:45
112 Aime DE GENDT BEL SVB 23 +10:45
DNF Juraj SAGAN SVK BOH 29
DNF Christian KNEES GER SKY 36
DNF Owain DOULL GBR SKY 24
DNF Nico DENZ GER ALM 23
DNF Salvatore PUCCIO ITA SKY 28
DNF Gediminas BAGDONAS LTU ALM 32
DNF Matti BRESCHEL DEN AST 33
DNF Oscar GATTO ITA AST 32
DNF ANDREY GRIVKO UKR AST 34
DNF Christoph PFINGSTEN GER BOH 30
DNF Truls KORSÆTH NOR AST 24
DNF Tony GALLOPIN FRA LTS 29
DNF NICCOLO’ BONIFAZIO ITA TBM 24
DNF Nikolas MAES BEL LTS 31
DNF David PER SLO TBM 22
DNF Ion Ander INSAUSTI IRASTORZA ESP TBM 25
DNF Aleksejs SARAMOTINS LAT BOH 35
DNF Danny VAN POPPEL NED SKY 24
DNF Jack BAUER NZL QST 32
DNF Chun Kai FENG TPE TBM 29
DNF Benjamin DECLERCQ BEL SVB 23
DNF Pieter VANSPEYBROUCK BEL WGG 30
DNF Elias VAN BREUSSEGEM BEL VWC 25
DNF Otto VERGAERDE BEL VWC 23
DNF Stef VAN ZUMMEREN BEL VWC 26
DNF Gaetan BILLE BEL VWC 29
DNF Dries DE BONDT BEL VWC 26
DNF Alex KIRSCH LUX WVA 25
DNF Dries VAN GESTEL BEL SVB 23
DNF Christophe MASSON FRA WVA 32
DNF Piet ALLEGAERT BEL SVB 22
DNF Andrea GUARDINI ITA UAD 28
DNF Federico ZURLO ITA UAD 23
DNF Oliviero TROIA ITA UAD 23
DNF Marko KUMP SLO UAD 29
DNF Bernhard EISEL AUT DDD 36
DNF Preben VAN HECKE BEL SVB 35
DNF Ivan SAVITSKIY RUS GAZ 25
DNF Pim LIGTHART NED RNL 29
DNF Coen VERMELTFOORT NED RNL 29
DNF Brian VAN GOETHEM NED RNL 26
DNF Berden DE VRIES NED RNL 28
DNF Jesper ASSELMAN NED RNL 27
DNF Roman MAIKIN RUS GAZ 27
DNF Ludwig DE WINTER BEL WVA 25
DNF Andrei SOLOMENNIKOV RUS GAZ 30
DNF Kevin VAN MELSEN BEL WGG 30
DNF Adrien PETIT FRA DEN 27
DNF Ryan ANDERSON CAN DEN 30
DNF Jimmy DUQUENNOY BEL WVA 22
DNF Julien STASSEN BEL WVA 29
DNF Ludovic ROBEET BEL WVA 23
DNF Lawrence NAESEN BEL WVA 25
DNF Nikolay TRUSOV RUS GAZ 32
DNF Antonio PEDRERO LOPEZ ESP MOV 26
DNF Jérôme BAUGNIES BEL WGG 30
DNF Mark RENSHAW AUS DDD 35
DNF Youcef REGUIGUI ALG DDD 27
DNF Nick DOUGALL RSA DDD 25
DNF Luka MEZGEC SLO ORS 29
DNF Roger KLUGE GER ORS 31
DNF Marco HALLER AUT KAT 26
DNF Dayer Uberney QUINTANA ROJAS COL MOV 25
DNF Jenthe BIERMANS BEL KAT 22
DNF Héctor CARRETERO ESP MOV 22
DNF Carlos Alberto BETANCUR GOMEZ COL MOV 28
DNF Marc SARREAU FRA FDJ 24
DNF Lorrenzo MANZIN FRA FDJ 23
DNF Jacopo GUARNIERI ITA FDJ 30
DNF MARC FOURNIER FRA FDJ 23
DNF Mitch DOCKER AUS ORS 31
DNF Albert TIMMER NED SUN 32
DNF Simone ANTONINI ITA WGG 26
DNF Yoann OFFREDO FRA WGG 31
DNF Wesley KREDER NED WGG 27
DNF Marco COLEDAN ITA TFS 29
DNF Fumiyuki BEPPU JPN TFS 34
DNF Gregory RAST SUI TFS 37
DNF Jay Robert THOMSON RSA DDD 31
DNF Zico WAEYTENS BEL SUN 26
DNF Ryan MULLEN IRL CDT 23
DNF Mike TEUNISSEN NED SUN 25
DNF Tom STAMSNIJDER NED SUN 32
DNF Roy CURVERS NED SUN 38
DNF Maarten WYNANTS BEL TLJ 35
DNF Robert Thomas WAGNER GER TLJ 34
DNF Thomas LEEZER NED TLJ 32
DNF Jasper STUYVEN BEL TFS 25
pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.