Giro d’Italia 2021, la bolla rosa funziona: tutti negativi ai 650 controlli effettuati ieri

La carovana del Giro d’Italia 2021 è covid-free. Dopo i controlli effettuati prima della corsa, nella mattinata di ieri è stato completato un giro di tamponi rapidi che hanno verificato che le oltre 600 persone in bolla (che comprende atleti e staff delle squadre, nonché dell’organizzazione) sono tutte negative. Dopo i problemi avuti lo scorso anno, quando l’emergenza in Italia e in Europa era decisamente più accesa, quest’anno la speranza è dunque di non dover subire alcun ritiro a causa del coronavirus, consentendo così il regolare svolgimento della manifestazione.

Per ragioni di sicurezza e maggiore tranquillità, RCS Sport ha comunque predisposto dei controlli aggiuntivi a quelli obbligatori decisi dall’UCI: oltre ai due tamponi molecolari (PCR) che si svolgeranno nelle due giornate di riposo, infatti, verranno regolarmente svolti anche altri tamponi rapidi nel corso dei giorni.

Oltre a quello di ieri, il prossimo round è previsto dunque nel corso del prossimo fine settimana. Controlli continui e costanti realizzati in collaborazione con il Centro Diagnostico Italiani di Milano che dovrebbe superare i 5.000 test nel corso dell’intero svolgimento della Corsa Rosa. Un #Giro104 che non vuole correre rischi.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *