© LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi

Giro d’Italia 2020, la Campania rilancia la propria candidatura

La Campania vuole il Giro d’Italia 2020. Se si sta profilando una risalita dalla dorsale adriatica con Calabria e Puglia protagoniste dopo la Sicilia dirigendosi verso l’Abruzzo, il che escluderebbe di fatto un passaggio dal Tirreno, da fonti locali si continua a lavorare per far transitare la carovana anche da quest’altra parte del Mediterraneo. Secondo quanto riporta Il Sannio Quotidiano, infatti, l’amministrazione locale sarebbe infatti ormai molto vicina a concludere l’accordo con RCS Sport per una tappa con partenza e arrivo a Sant’Agata de’ Goti. Una soluzione che potrebbe così cambiare completamente la conformazione della risalita, anche se al momento lo scenario è da confermare, con il comune beneventano che potrebbe avere problemi nel reperire i fondi (una soluzione che vorrebbe essere risolta con la partecipazione di privati).

In questo caso il giorno precedente ci sarebbe il giorno di riposo a Sorrento, che potrebbe a sua volta ospitare una ripartenza secondo quanto emerge ora dalle fonti locali. Una tappa che avrebbe il coinvolgimento dell’ex patron della Corsa Rosa Carmine Castellano, che vorrebbe riportare il Giro nella sua città. Uno scenario che potrebbe coinvolgere anche Massa Lubrense. Salterebbero così le tappe in Calabria e Puglia, visto che la corsa a quel punto si dirigerebbe direttamente in Abruzzo.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.