© Cycling Australia

Pista, Bronzo mondiale per Matthew Glaetzer dopo la diagnosi di cancro

Matthew Glaetzer torna a esultare in pista dopo la diagnosi di cancro. Il corridore classe ’92, infatti, era stato operato alla gola un mese fa per asportare un cancro alla tiroide, ma come lui stesso aveva auspicato, è riuscito a tornare in sella in tempi brevi, andandosi a prendere una medaglia di bronzo (ma che vale più di un oro) nel keiren a Cambdrige, dove in questi giorni si sta disputando una manche della Coppa del Mondo su pista 2019/20 (stamattina un bronzo per l’Italia nel Madison). L’australiano tornerà ora nella sua terra natìa per disputare la prossima manche Coppa del Mondo prima di riprendere la radioterapia, con l’obiettivo Tokyo 2020 sempre in testa.

“Una delle prime cose che ho pensato riguardo a Tokyo e a tutta la mia carriera ciclistica è stata che questo non mi avrebbe fermato – ha dichiarato il ventisettenne a Cyclingweekly – Se posso e non ci sono rischi, non lascerò che la malattia abbia potere su di me. Ho dei traguardi che voglio raggiungere e Tokyo è il grande obiettivo, questo non è cambiato. Continuerò a inseguire le Olimpiadi e l’essere il migliore al mondo”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.