© Tour Down Under

Donne, accuse all’UCI sul nuovo calendario: “Abbiamo chiesto più volte di partecipare alle discussioni, ma non siamo state considerate”

Le donne lamentano scarsa considerazione da parte dell’UCI. La massima istituzione ciclistica mondiale, infatti, ieri ha comunicato una prima bozza di calendario per la ripresa della stagione, mancando però di dare indicazioni chiare riguardo al movimento femminile, attirandosi le ire della Cyclist’s Alliance. Il sindacato che tutela gli interessi delle atlete del WorldTour, infatti, con un duro comunicato via Twitter ha reso noto di aver chiesto più volte all’UCI di poter prendere alle discussioni sulla bozza del nuovo calendario, ricevendo però sempre picche come risposta da Aigle, dove hanno fatto orecchie da mercante.

 

L’annuncio dell’UCI è stato fatto senza tenere in considerazione l’importanza  e la voce dei ciclisti – è l’incipit del comunicato – Continueremo a esortare l’UCI a coinvolgerci nei piani futuri” . Piani che, secondo l’associazione, al momento scarseggiano e l’unica notizia è giunta da ASO ed è la conferma de La Course by Le Tour de France”.

 

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.