© Arkéa - Samsic

Vittorie, André Greipel vince sempre da 15 anni: è il più longevo davanti a Vincenzo Nibali. Bene anche Peter Sagan, Diego Ulissi ed Elia Viviani

Anche tre italiani tra i sette corridori capaci di vincere almeno una volta in ogni stagione degli ultimi dieci anni. Come emerge dai dati raccolti dall’azienda Fuoriclasse (che tuttavia non tiene conto delle squalifiche), a guidare questa speciale classifica basata sugli anni da professionista dei vari corridori, è nettamente André Greipel, che nel corso degli ultimi 15 anni ha sempre ottenuto almeno una vittoria (quest’anno ci è riuscito alla Tropicale Amissa Bongo, diventando anche l’unico della storia ad aver vinto in tutti e cinque i continenti). Tra i corridori più vincenti in attività con i suoi 156 successi, l’esperto corridore tedesco potrà provare dunque ad allungare la sua straordinaria striscia di longevità che lo ha visto conquistare almeno un successo sin dal suo passaggio al professionismo (ma anche prima visto che la prima vittoria a livello professionistico risale al 2005, con un successo al Giro di Danimarca).

Il suo primo inseguitore (secondo i dati dell’agenzia di raccolta dati) attualmente è Tony Martin, che nelle ultime dodici stagioni ha raccolto un totale di 65 vittorie, riuscendo anche lui ad ottenere il primo trionfo nel 2005, ma senza darvi continuità. La sua striscia inizia così nel 2008, ma bisogna anche sottolineare nel suo caso che prosegue negli ultimi tre anni esclusivamente grazie alle vittorie nel campionato nazionale a cronometro, di cui è pluridetentore e che continua a conquistare ininterrottamente dal 2012.

Sono invece a quota dieci stagioni consecutive gli altri quattro appartenenti a questa ristretta élite, tutti passati professionisti proprio nel 2010, anno di inizio di questa loro striscia. A spiccare è il nome di Peter Sagan, che dall’anno del suo esordio ad oggi ha sempre vinto, raccogliendo un totale sinora di 113 vittorie. Oltre ad avere la migliore media annuale, lo slovacco è anche l’unico ad aver ottenuto almeno quattro successi ogni anno, con il 2019 curiosamente come l’anno peggiore sinora del suo rendimento. Dietro di lui c’è il nostro Elia Viviani, che in questi dieci anni ha raccolto un totale di 78 vittorie, ottenendone sempre almeno due.

A seguire è il secondo italiano, Diego Ulissi. Il due volte iridato juniores ha saputo a sua volta lasciare il segno per un totale di 33 vittorie tra i professionisti, tutte con la maglia della stessa società sportiva, ora UAE Team Emirates, unico di questo elenco ad essere sempre rimasto nella formazione con cui ha compiuto il grande salto. Con trenta vittorie, a concludere questa piccola classifica troviamo Richie Porte, che in queste dieci stagioni ha saputo ottenere un totale di trenta successi, riuscendo anche lui ad alzare le braccia al cielo almeno una volta l’anno.

Il terzo italiano, la cui striscia beneficia della squalifica di un rivale visto che nel 2011 arrivò secondo alla crono del Giro d’Italia alle spalle di Alberto Contador, è Vincenzo Nibali. Contando questo successo (confermato ufficialmente dall’UCI) il siciliano stravolge la classifica proposta sinora e balza in seconda posizione. Il classe 1984, infatti, ha ottenuto la sua prima vittoria a livello personale nel 2006, arrivando così a quota 14 stagioni consecutive (che diventano 15 considerando anche la cronosquadre del suo primo anno da professionista) nelle quali si è andato a prendere almeno un trionfo (per un totale di 52 grazie alla bella affermazione all’ultimo Tour de France). Numeri non da poco considerando anche le sue caratteristiche.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

4 commenti

  1. ma Gilbert?????

    • Giusta osservazione, forse non abbiamo spiegato benissimo la questione, ma si tratta degli atleti, con almeno dieci anni di carriera alle spalle, che hanno vinto almeno una corsa sin dal primo anno di professionismo (o eventualmente anche prima come nel caso di Greipel). Philippe Gilbert è invece passato professionista nel 2003, vincendo la sua prima corsa nel 2004.

      • A voler fare i pignoli, Nibali è passato professionista nel 2005, vincendo nel 2006 per la prima volta.

        • Ciao Simone, come segnalato nell’articolo, Nibali “ha ottenuto la sua prima vittoria a livello personale nel 2006, arrivando così a quota 14 stagioni consecutive (che diventano 15 considerando anche la cronosquadre del suo primo anno da professionista)”. Proprio perché quello del siciliano è un caso particolare lo abbiamo ritenuto “fuori concorso” nell’elenco, citandolo a conclusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.