UAE Team Emirates, procede bene il recupero dall’infortunio per Edward Ravasi: “Conto di riprendere la bici al più presto”

Quella che si è appena conclusa è stata una stagione sfortunata per Edward Ravasi. Il corridore della UAE Emirates, infatti, ha dovuto terminare anzitempo l’annata dopo che una caduta avvenuta durante la quarta tappa della Vuelta a Burgos ha provocato la frattura del collo del femore della gamba sinistra. Inevitabile quindi per lui l’operazione e il conseguente lungo stop, ma il 25enne vede ora finalmente la luce in fondo al tunnel. Come dichiarato a La Prelapina, infatti, il recupero dall’infortunio sta procedendo bene, e Ravasi sta già pensando a programmare la prossima stagione, che lo vedrà militare ancora nella squadra emiratina.

I tempi di recupero sono nella norma, anzi forse meglio di quanto previsto – esordisce il 25enne – Conto di riprendere la bici al più presto per allenamenti mirati verso la prossima stagione. Abbiamo fatto un primo ritiro col team ad Abu Dhabi, dove si è anche parlato di programmi. Certa la data del primo collegiale, dal 9 al 21 dicembre, mentre per l’esordio nel 2020 tutto dipenderà dalle mie condizioni. Potrebbe essere a fine gennaio in Argentina“.

Durante questo primo ritiro con il team, Ravasi ha notato una bella atmosfera: “Sono contento perché al primo ritiro della squadra in vista della prossima stagione ho notato un ambiente più rilassato rispetto al passato. Il quarto posto nella graduatoria WorldTour per squadre di quest’anno è stato un grande risultato e penso che per la prossima stagione avremo una squadra molto competitiva“.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.