NTT, Enrico Gasparotto annuncia il ritiro: “Guardo al futuro con fiducia”

© Dimension Data

Enrico Gasparotto ha deciso di smettere. Il 38enne corridore friulano della NTT, che un anno fa aveva ricevuto la cittadinanza svizzera per poter disputare i Mondiali di Aigle-Martigny, tramite un messaggio social, ha comunicato che intende passare a un’altra fase della propria vita professionale e privata. Nel corso di questo messaggio ringrazia tutto il mondo del ciclismo che lo ha ospitato negli ultimi 16 anni, dalle squadre a tutte le persone con cui ha lavorato, ai tifosi e agli sponsor. “Spero di poter festeggiare questa nuova fase della mia vita a breve, quando potremo tutti più facilmente viaggiare e stare insieme”, conclude.

Professionista dal 2005 con la Liquigas-Bianchi, ha vestito poi le maglie di Barloworld, Lampre, Astana, Wanty-Gobert, Bahrain-Merida e Dimension Data (diventata quest’anno NTT). Non aveva escluso di proseguire l’anno prossimo visto questo anomalo 2020, che lo ha visto partecipare comunque a molte gare WorldTour, ultima delle quali la Vuelta portata a conclusione al 120° posto.

Vi proponiamo qui di seguito la sua lettera di commiato:

“Il ciclismo è stata la mia vita negli ultimi vent’anni: sedici come professionista e quatto come under23. Un lungo viaggio in cui ho potuto girare il mondo, confrontarmi con diverse culture, incontrare magnifiche persone e instaurare rapporti di amicizia sincera e profonda. Un viaggio che mi ha visto crescere e maturare, sia come atleta sia come persona. E che mi ha insegnato cosa significano determinazione, “lavoro duro”, costanza, sacrificio e non da ultimo il potersi rialzare dopo una sconfitta. Sono questi valori assoluti, che porterò con me e guideranno il mio nuovo cammino.

Voglio ricordare tutte le squadre dove ho militato in questi sedici anni, ognuna di loro ha stimolato la mia crescita personale e per questo desidero ringraziarle tutte per l’opportunità: LIQUIGAS, BARLOWORLD, LAMPRE, ASTANA, WANTY, BAHRAIN, DIMENSION DATA, NTT.
E’ stato un onore per me correre per i vostri colori e lottare nelle più importanti gare del panorama ciclistico mondiale.

Ho sempre vissuto il ciclismo in maniera totalizzante, con grande passione e dedizione e credo sia giunto il momento giusto per salutarlo e dedicare più tempo alla mia famiglia e al mio crew, capitanato da mia moglie ANNA (fondamentale in tutto!), dai miei genitori TONI e LUIGINA, da mia sorella LISA e da quegli amici con cui negli ultimi giorni ho condiviso idee e opinioni.

Grazie ragazzi per l’incredibile incondizionato supporto, sia nei momenti di massima gioia e soprattutto nelle difficoltà.
Il mio grande obiettivo di questi sedici anni e soprattutto di questi ultimi anni di carriera è stato certamente quello di cercare il successo sportivo, ma anche di essere me stesso, con i miei pregi e i miei difetti, cercando di lasciare sempre qualcosa di me a ogni persona con cui ho avuto il piacere di lavorare.

I messaggi ricevuti negli ultimi anni dai miei più giovani colleghi, massaggiatori, meccanici, direttori sportivi mi fanno intendere che sono riuscito in questo; ciò mi rende una persona felice e orgogliosa per il lavoro svolto sin qui e mi fa guardare al futuro con fiducia.
Grazie tutti!!”

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info