© Sirotti

Movistar, Tour e Vuelta per Alejandro Valverde ed Enric Mas mentre “al Giro sarà una squadra giovane”

La Movistar punterà ai giovani al Giro d’Italia 2020. Non cambiano i piani della formazione spagnola riguardo i grandi giri dei propri capitani. Così, mentre Alejandro Valverde ed Enric Mas faranno entrambi Tour de France e Vuelta a España, alla Corsa Rosa il team iberico punterà su altre opzioni. La conferma arriva dal direttore sportivo Maximilian Sciandri, che a cyclingnews ha commentato le scelte in tema di calendario dopo le conferme ufficiali annunciate sinora dall’UCI. Mancano ancora alcuni dettagli finali, per cui potrebbero esserci ancora alcuni cambiamenti, ma i grandi interessi del team si confermano ovviamente in Francia e Spagna, con una selezione che inevitabilmente soffrirà delle numerose contemporaneità quando si correrà il #Giro103.

“Sostanzialmente, restiamo sull’idea di una squadra giovane per il Giro, ma vogliamo vedere come sarà il calendario definitivo – ha spiegato il diesse anglo-italiano al portale che quest’anno festeggia i suoi 25 anni – Sarà dura rispettare quel calendario, in particolare riguardo aspetti come alloggio e hotel. Dobbiamo solo andare avanti e le cose spero prenderanno posto. Per quanto riguarda i nostri corridori principali, Valverde farà Tour e Vuelta ed Enric Mas farà uguale”.

Flebile la speranza che il 3 ottobre, giorno in cui il Giro prenderà il via da una location ancora sconosciuta, ci possa essere quantomeno l’emergente Marc Soler, che potrebbe così cominciare ad avere gli spazi che ha vigorosamente e palesemente reclamato dallo scorso anno. Tuttavia, il catalano ad inizio stagione aveva un programma simile ai due precedentemente citati per quanto riguarda i GT e, se il piano resta lo stesso come sembra anche dalle dichiarazioni dei giorni scorsi del diretto interessato, non ci dovrebbero essere cambiamenti.

Ci potrebbero invece essere i giovani colombiani Juan Diego Alba ed Einer Rubio, che lo scorso anno salirono entrambi sul podio finale del Giro U23 alle spalle del connazionale Andrès Camilo Ardila (passato professionista alla UAE Team Emirates), con l’esperto Carlos Betancur a fare da riferimento e guida. Con la plausibile, ma non scontata, partecipazione di Dario Cataldo e Davide Villella, verrebbe comunque una formazione interessante, capace di essere protagonista nelle grandi giornate di montagna. Ma di certo lontana dal potenziale che potrebbe avere con almeno uno dei tre big al via, senza dunque probabilmente potersi giocare le proprie carte nelle posizioni di vertice della classifica.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.