© Bettiniphoto - Team Bahrain Merida

Milano-Sanremo 2019, Nibali soddisfatto a metà: “Buon risultato, ma nel finale avrei voluto anticipare”

Vincenzo Nibali ha onorato al meglio la palma di campione in carica con cui si è presentato alla Milano-Sanremo 2019. Vincitore della scorsa edizione con un attacco sul Poggio, il portacolori della Bahrain-Merida non è riuscito a seguire il ritmo dei migliori dopo l’attacco di Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step) proprio sulle rampe dell’ultima salita di giornata, ma insieme al compagno Matej Mohoric ha sfruttato le sue abilità di discesista per riportarsi sui sette uomini al comando nel tratto che ha riportato il gruppo sulla via Aurelia. Una volta rientrato, però, lo Squalo non è riuscito a cercare la stoccata da finisseur, dovendosi così accontentare dell’ottavo posto in uno sprint ristretto che lo conferma miglior italiano al traguardo e trasmette un segnale importante in vista della Liegi-Bastogne-Liegi (28 aprile) e soprattutto del Giro d’Italia (11 maggio – 2 giugno) che rappresenta il suo grande obiettivo stagionale.

“Sono felice della mia prestazione – ha analizzato il 34enne siciliano dopo il traguardo – come da tradizione la corsa è entrata nel vivo sulla Cipressa e poi c’è stata grande battaglia sul Poggio. Io sono riuscito a rientrare al termine della discesa, quando mancavano ancora due chilometri all’arrivo. Ho provato ad anticipare gli altri, ma mi sono trovato chiuso e così mi sono dovuto sedere e accontentarmi dell’ottavo posto finale“. Per Nibali, che si era già piazzato ottavo nella Classicissima del 2011, si tratta della quarta top ten nella corsa e del miglior piazzamento in stagione.

 

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.